Spinoza

Un blog serissimo.

La coalizione dei campioni [parte seconda]

[continua da qui]

Letta presenta il suo programma ispirandosi alla Bibbia. Non sa quello che fa.

Enrico Letta chiede la fiducia per visitare Berlino, Parigi e Bruxelles. Come facevo io con mio padre.

Nel suo discorso all’Aula, Letta parla di urgenti riforme costituzionali. Tipo vietare il terzo mandato a Napolitano.

Il piano di Letta: stop all’Imu, meno tasse sul lavoro, niente aumento Iva, più soldi per la cassa integrazione. Ogni promessa è un debito.

(Letta promette di abolire l’Imu, abbassare le tasse e riformare la Costituzione. Quella sul cancro se la tiene per il bis)

Secondo il premier, uno dei maggiori problemi dell’Italia è che non viene valorizzato il merito. Deve aver già parlato con la De Girolamo.

Letta: “Corsa contro il tempo per il lavoro”. Benvenuto a Roma.

Continua a leggere »

La coalizione dei campioni [parte prima]

È nato il governo Letta. Tutto suo zio.

Nel nuovo governo ci sono sette ministri senza portafoglio. Già non si fidano tra di loro.

(Un terzo dei ministri è senza portafoglio. Per rappresentare al meglio un terzo degli elettori)

L’età media del nuovo governo è di 53 anni. In linea con le attuali aspettative di vita.

I ministri in aula per il giuramento. Berlusconi: “Ma non ce n’era bisogno, mi fido”.

Letta: “La seconda Repubblica è finita”. Ma ora riparte in loop.

Per la prima volta c’è anche un ministro nero. Sappiamo già a chi daranno la colpa.

Continua a leggere »

I migliori anni

Proiettili all’ingresso di Palazzo Chigi. E che vi aspettavate, il riso?

Calabrese spara mentre il governo Letta si insedia. Da quelle parti è un endorsement.

(Se i parlamentari hanno applaudito il discorso di Napolitano, per essere coerenti questo dovrebbero minimo invitarlo a cena)

L’attentatore è un calabrese. Ma di quelli scarsi.

Continua a leggere »

Post precedenti