Spinoza

Un blog serissimo.

Mario Draghi

Mario Draghi nasce a Roma nel 1936,27 e mostra precocemente le sue attitudini provvedendo da solo al taglio del cordone ombelicale. Rimasto orfano di entrambi i genitori in giovanissima età (un problema in meno di Renzi) si laurea in Economia seguendo gli insegnamenti di Federico Caffè, quindi se le cose dovessero mettersi male potrebbe sparire nel nulla.

Collabora con il governo Craxi (era quello che raccoglieva le monetine) e con l’ultimo governo Andreotti: aveva il delicato compito di riavviare il presidente in caso di crash del sistema. Nel 1991 viene nominato direttore generale del Tesoro, carica che ricoprirà fino al 2001, quando si renderà conto che non c’è nessun tesoro. L’anno successivo viene criticato per aver incontrato alti rappresentanti della finanza internazionale sul panfilo della regina Elisabetta, anziché usare il suo.

Ispiratore della frase di Woody Allen “Non solo Dio non esiste, ma provate a trovare un tecnico durante una pandemia”, ha lavorato anche per Goldman Sachs, esperienza grazie alla quale ancora oggi emana un forte odore di zolfo. Dopo sei anni alla Banca d’Italia, nel 2011 completa la collezione degli euro di tutti i paesi e viene promosso presidente della Banca Centrale Europea: da allora sulle banconote che teniamo nel portafogli c’è la sua firma, ma oggi c’è qualcos’altro di suo ancor più vicino al nostro culo.

Nel dicembre 2012 il suo prestigio internazionale è così ampio che il Financial Times e il Times lo eleggono Uomo dell’anno, mentre a pagina 3 del Sun appare una sua foto a torso nudo. Durante la crisi in Grecia le sue decisioni impongono alle banche greche di bloccare l’accesso ai conti correnti dei cittadini: se oggi questa storia è quasi dimenticata è perché ha avuto l’astuzia di ripresentarsi da quelle parti indossando la felpa “Atene”. Non possiede nessun social, ma sta trattando con Mark Zuckerberg l’acquisto di Facebook.

Vista l’impossibilità di ricomporre la vecchia maggioranza, nel febbraio 2021 Sergio Mattarella gli dà l’incarico di formare un nuovo governo: l’alternativa era affidarsi al cuore immacolato di Maria. Ha sempre smentito di puntare alla presidenza della Repubblica, anche se pare si sia presentato al Quirinale con il suo arredatore. Una curiosità: nel giorno dell’insediamento del governo ha giurato sulla sua biografia.

* * *

Autori: batduccio, luca’s jokes, maurizio neri, il mago di floz, zip, stark, mestmuttèe, giga, rostokkio.

Illustrazioni: lughino, stracotto, ‘lfoda, abkualcosa.

Commenti

2 commenti a “Mario Draghi”

Lascia un commento

*