Spinoza

Un blog serissimo.

Ashes to hashtags

Caps Lock a lutto

[Pensate che il guru della rete meritasse più battute? Ricaricate la pagina cliccando sull'immagine e sarete accontentati]

Continua a leggere »

Telefonami tra vent’anni

Federica Guidi si dimette. È il suo primo atto da ministro.

(La Guidi era ministro per lo Sviluppo economico. Casomai vi chiedeste perché non la conoscevate)

Il ministro ha dato le dimissioni per colpa del compagno. Con Renzi quel termine non va più usato.

La Guidi avrebbe favorito il fidanzato con un decreto legge. Ma sappiamo che queste cose si possono fare solo per il papà.

La Camusso dopo le dimissioni della Guidi: “Adesso serve una persona competente”. Vabbe’, proviamo anche questa.

Il compagno della Guidi si difende dalle accuse. “Dai, non è un cesso come dite”.

L’inchiesta riguarda l’appalto per un oleodotto che porterà il petrolio nel porto di Taranto. Proprio come ora, ma stavolta dentro un tubo.

Le intercettazioni rivelano che Gianluca Gemelli si è fatto fare un emendamento dalla Guidi. Vai a capire come si parlano nell’intimità.

Continua a leggere »

Se una notte d’inverno un viaggiatore

Egitto, ricercatore italiano torturato a morte. Volevano farlo sentire a casa.

Lo scorso 25 gennaio Giulio Regeni prese la metro per andare dagli amici ma non arrivò mai a destinazione. A Roma non si sarebbe ancora preoccupato nessuno.

Regeni aveva appena intervistato dei sindacalisti. Per dire quanta strada ha dovuto fare per trovarne.

Secondo la polizia egiziana Giulio Regeni è vittima di un incidente stradale, per quella italiana è stato torturato. Blablacar potrebbe mettere d’accordo tutti.

Il ricercatore ucciso scriveva per il Manifesto. Quindi le torture le aveva già subite prima.

Il ministro Gentiloni convoca con urgenza l’ambasciatore egiziano: “Due prosciutto e funghi”.

Giulio Regeni sarebbe stato ucciso dalla polizia egiziana. Ma secondo Giovanardi è solo scivolato da una piramide.

La morte di Regeni sarebbe dovuta a motivazioni politiche. Ma non si esclude la pista della rappresaglia da cinepanettone.

L’Egitto smentisce che Giulio Regeni sia stato arrestato. “Noi l’abbiamo solo torturato”.

(Il governo egiziano tiene a specificare che Regeni non è mai stato arrestato. Ma se è per questo neanche Matteotti)

La Farnesina ha fatto le condoglianze alla famiglia prima della conferma ufficiale. Questa sì che è efficienza!

Continua a leggere »

Post precedenti