Spinoza

Un blog serissimo.

L’ultimo vecchio ponte

Genova, i vertici di Autostrade ai funerali delle vittime. Come sponsor della cerimonia.

Anche l’amministratore delegato di Autostrade ai funerali. È passato con il cestino per riscuotere i pedaggi.

La folla applaude Salvini e Di Maio. Sono riusciti a tacere per più di un’ora.

(Ok gli applausi al funerale, ma forse Salvini poteva evitare lo stage diving)

Commossa la partecipazione di Salvini. In segno di lutto si è anche messo la camicia dentro i pantaloni.

Qualche fischio all’arrivo di Martina. Erano quelli che lo hanno riconosciuto.

Lungo applauso per i vigili del fuoco. Soldi niente come al solito.

L’ex ministro Delrio al Meeting di CL e non a Genova. Gli era permesso soltanto un funerale.

Delrio: “Quando ero al governo non ho ricevuto nessun allarme sui rischi di un possibile crollo”. Ma forse si riferiva al Pd.

(È triste pensare quante persone sarebbero ancora vive se solo il crollo fosse stato trasmesso da Dazn)

Guido Bertolaso: “Siamo di fronte alla più grande catastrofe annunciata di questo secolo”. Da adesso è tutta discesa.

Molte famiglie hanno rifiutato i funerali di Stato: “Non vogliamo passerelle”. Guardate che non le ha costruite Morandi.

Continua a leggere »

Gronda su gronda

Genova, crolla il ponte Morandi. Era fatto di merda.

(Ora sono ansioso di apprendere da Facebook tutti i segreti dell’ingegneria strutturale)

Il ponte fu inaugurato nel 1967 da Giuseppe Saragat. Ora Di Maio potrebbe chiederne l’impeachment.

Il comunicato di Autostrade: “Il ponte era tenuto sotto osservazione continua”. Nessuno voleva perdersi lo schianto.

Sul luogo della tragedia anche una task force di psicologi. Si stanno occupando di Toninelli.

Salvini: “Passavo spesso sul quel ponte”. Ma allora è sfiga.

Il premier Conte incontra i parenti delle vittime. Nel caso servisse un avvocato per fare causa allo Stato.

Un camion si è fermato a pochi metri dal baratro. Provvidenziale Padre Pio sul parabrezza.

I genovesi chiamavano il Morandi “Ponte di Brooklyn”. Veniva riparato con i chewing gum.

(E dire che sarebbero bastati 35 euro al giorno di manutenzione per evitare il disastro)

Salvini promette “seri provvedimenti”. Ora su ogni ponte si dovrà appendere un crocifisso.

Continua a leggere »

La teoria del lutto

Scompare il celebre scienziato che comunicava grazie a un computer. No, non Burioni.

È morto Stephen Hawking. Visto cosa succede a spegnere durante un aggiornamento?

(In realtà Hawking non è morto. È andato a fare ricerca sul campo)

Stephen Hawking ha trascorso praticamente tutta la vita seduto e attaccato a un computer. Che invidia.

Hawking era cosmologo, fisico, matematico e astrofisico. Ma va detto che di tempo per pensare ne aveva parecchio.

(Ricorderemo Stephen Hawking in cima alla lista di quelli penalizzati dal doppiaggio)

Il mondo della scienza è in lutto. Che esagerati, in fondo hanno solo preso il 33%.

Al ventunenne Hawking i medici avevano dato due anni di vita ma lui ne ha vissuti 76. È comodo saper stiracchiare lo spaziotempo.

(Io per sicurezza proverei a dare un colpetto al sintetizzatore)

Continua a leggere »

Post precedenti