Spinoza

Un blog serissimo.

Aleppo senza cena [parte III]

Siria, bombardata clinica ostetrica. Vi si nascondevano futuri terroristi.

L’ospedale distrutto era gestito da Save the Children. Ecco come sprecano i miei 80 centesimi al giorno.

Centinaia di civili uccisi ogni giorno dall’Isis e dai raid della coalizione. Continua l’avvincente testa a testa.

La disperazione di due milioni di siriani senza luce né acqua: “L’anno prossimo col cazzo che facciamo il campeggio”.

La chiesa svedese vuole lanciare delle bibbie sulla Siria. Costano meno delle bombe e fanno più danni.

Siria, la Russia annuncia tregue di tre ore ai bombardamenti. Per far riposare i piloti.

Il periodo di tregua avrà luogo dalle 13 alle 16. Come indicato da Studio Aperto.

La tregua di tre ore consentirà l’ingresso agli aiuti umanitari. Tipo un enorme torneo di “Un due tre stella”.

Tra gli aiuti distribuiti anche gli assorbenti. Anche se non penso che tutto quel sangue dipenda da quello.

Continua a leggere »

Motrice islamica [parte II]

Gli Usa bombardano la Libia. L’obiettivo è finire i missili prima che eleggano Trump.

L’azione di attacco è stata richiesta dal capo del governo al-Sarraj. L’eventuale Nobel per la Pace spetta a lui.

(Il governo libico ha chiesto agli Usa di bombardare Sirte. Che è un po’ come quanto ti ubriachi e chiami la ex)

Il nome in codice dell’operazione militare è “Odyssey”. Almeno sappiamo quanto durerà.

Un documento top secret rivela che le truppe italiane sono già in Libia. O forse non sono mai tornate.

Il Pentagono: “Nella guerra in Libia l’Italia avrà un ruolo decisivo”. Ospitare i profughi.

L’Isis colpisce a Nizza. Si trattano bene.

Un tir è entrato nella zona pedonale scatenando il panico. Da noi non ci avrebbe fatto caso nessuno.

L’attentatore sterzava di continuo per colpire più persone possibile. O forse stava solo cercando parcheggio.

Il racconto di un cuoco italiano: “Ho visto il terrore puro”. Guardando gli ordini dei turisti tedeschi.

Per salvarsi alcune persone si sono buttate in mare. Ora sono sugli scogli a spiegare che sono francesi.

Continua a leggere »

Smisurate preghiere [parte I]

Francia, terroristi attaccano una chiesa. Continuano a colpire i luoghi di divertimento.

Uomini con problemi mentali prendono in ostaggio persone inermi in una chiesa. E fin qui nulla di nuovo.

I due assalitori hanno sgozzato il parroco. Quel colletto non serve davvero a un cazzo.

(Sono d’accordo che questi fanatici religiosi siano pericolosi, ma siamo sicuri che sgozzarli sia la soluzione?)

Uno degli attentatori aveva la barba e il braccialetto elettronico. Stava rientrando dal Primavera Sound.

I terroristi hanno preso in ostaggio due suore. “Adesso vogliamo le altre 70″.

I terroristi sono stati uccisi dalla polizia. Non hanno fatto in tempo a confessarsi.

Davanti ai soccorritori l’orribile scena del prete sgozzato. Per non parlare del tizio inchiodato.

Gli assassini del sacerdote avevano la barba lunga. Si segue la pista dell’omelia pallosa.

L’intelligence francese: “Conoscevamo uno dei killer ma eravamo convinti che fosse in Siria”. Dall’ultima cartolina che gli aveva spedito.

(I servizi francesi non sono riusciti ad associare il nome alla foto. Lo stesso problema che hanno avuto i romani con i manifesti della Meloni)

Il sacerdote avrebbe rifiutato di inginocchiarsi davanti al giovane. Era uno che teneva alle tradizioni.

Continua a leggere »

Post precedenti