Spinoza

Un blog serissimo.

Civil war

Retromarcia di Grillo sulle unioni civili. È il suo omaggio a Pasolini.

Grillo ai suoi parlamentari: “Libertà di coscienza. È un ordine”.

(Ricordiamo che l’ultima volta che un capocomico ha dato libertà di coscienza ai suoi è nato il Bagaglino)

Grillo aggiusta il tiro: “Sì alle unioni civili, libertà solo sulle adozioni”. È il massimo che è riuscito a strappare a CasaPound.

Lorenzin, Alfano e Buttiglione esultano per la scelta di Grillo. Nel caso la stronzata non fosse abbastanza chiara a tutti.

Beppe Grillo: “È stata una decisione mia e di Casaleggio”. Chi l’avrebbe mai detto.

Ddl Cirinnà, Pd diviso tra cattolici e progressisti. Che poi sono quelli che a messa si siedono in fondo.

Sulla stepchild adoption il Pd voterà secondo coscienza. Per far riposare un po’ il cazzo.

(La gente continua a non capire il concetto di stepchild adoption. Ci vorrebbe un’apposita puntata dei Cesaroni)

Il Papa: “Non confondiamo le unioni civili con i matrimoni”. Nel primo caso si continua a scopare.

Continua a leggere »

Je suis 2015

[È stato un anno complesso. Noi di Spinoza abbiamo provato a riassumerlo, con l'aiuto delle illustrazioni di Colorz. Ci vediamo nel 2016]

* * *

* * *

Gennaio 2015

I terroristi assaltano il giornale che aveva pubblicato le vignette su Maometto. Credevano che Calderoli lavorasse lì.

Commesso musulmano salva sei ostaggi ebrei nascondendoli in frigo. “Nel forno non volevano entrare”.

Renzi: “Non permetteremo alla paura di cambiarci”. Peccato, era una buona occasione.

Il Pd compatto sceglie Mattarella. Due notizie in una sola frase.

Tra i candidati del Movimento 5 Stelle c’era anche Bersani. La sua storia ha commosso il web.

Mattarella sarà il primo siciliano a guidare il Quirinale. Direttamente.

Continua a leggere »

Una poltrona per uno

Renzi tiene la conferenza di fine anno. Gliel’ha preparata Facebook.

(Il presidente del Consiglio ha tenuto la conferenza stampa di fine anno il 29 dicembre. Forse c’è qualcosa che dovremmo sapere)

Renzi: “Nel 2015 abbiamo approvato il Jobs Act e la riforma del Senato”. È partito dalle brutte notizie.

“Politica batte populismo 4 a 0” ha detto Renzi segnando il gol della bandiera.

I truffati in corteo davanti a Palazzo Chigi. “Ridateci i due euro!”

Roberto Saviano chiede le dimissioni della Boschi. Ora la camorra gli assegnerà una scorta.

Boschi: “Su di me molte fantasie”. Lo ha capito dai calli.

Alla Leopolda niente bandiere del Pd. Almeno da fuori doveva sembrare una cosa seria.

Matteo Renzi: “Dalla Leopolda sono arrivato a Palazzo Chigi”. Ma visti i risultati eliminerei quella tratta.

Renzi presenta un video con i risultati da lui ottenuti. “Qui è quando ho messo il primo dentino”.

Continua a leggere »

Post precedenti