Spinoza

Un blog serissimo.

Grazie

Tremonti fa la voce grossa (è una metafora) e impone il ripristino dei rimborsi energetici che lui stesso aveva minacciato di tagliare. Probabilmente si era frainteso.

La tecnica mistificatoria del governo è ormai chiara: a corollario di ogni manovra infilano una stronzata insostenibile che fa indignare tutti, poi la smentiscono facendoci pure bella figura. Così si perde la visione d’insieme, delegittimando nel contempo l’opposizione – ammettendo per ipotesi che 1) ci sia un’opposizione e 2) sia possibile delegittimarla più di quanto essa stessa non faccia – che aveva abboccato puntando il dito sulla stronzata in questione.

Per intenderci: è come se uno ti caga in salotto, poi infila nella merda un petardo acceso, poi spegne il petardo e tu gli dici grazie.

Commenti

43 commenti a “Grazie”

Ho capito: tipo tagliano i fondi alla scuola pubblica a nonn intaccano gli insegnanti di religione e scuola pubbliche.
Però col grembiulino ogni famiglia risparmierà un pò di soldi sul vestiario.

Raddoppiano l’IVA a un magnate australiano e tutti i proletari del mondo son contenti, però continuiamo a pagare le multe all’unione europea per non avere ridato le frequenze di rete 4 a chi aveva vinto il bando d’assegnazione.

etc.

ahah, carino l’esempio: fotografa bene la situazione, mi immagino quale commento possa aver fatto Fede dal TG4, del tipo: “dimostrando una grande attenzione alle sorti del Pianeta …”. Intanto da noi si parla di nucleare, mentre negli USA si pensa ben oltre: siamo in ritardo di 20 anni…

13 • Qfwfq4 dicembre 2008 alle 13.53

Nella metafora manca la figura del giornalista. La situazione è molto più complessa.

Uno ti caga in salotto e nasconde la merda sotto il divano, con il petardo dentro. Tu entri in salotto e senti puzza di bruciato e chiedi
- che cazzo é?
L’amico di quello che l’ha fatta, ti dice che è un petardo
- Un petardo???
- Sì, ficcato in una merda.
- Madonna spegnilo.
- Spegnerlo potrebbe essere producente.
- Buttaci dell’acqua…
- mmm, allagheremo il salotto.
- Mi brucerai la casa!
- In effetti c’è un precedente simile nella crisi Lettone del 74
(e via così per un po’)
dopo un po’, mentre ti allontani a prendere l’estintore il cagatore ti spegne il petardo.
Quando torni, il cagatore ti dice:
- sistemato tutto
e subito dopo il suo amico ti dice:
- che c’è di buono stasera? Zuppa di ceci?

Il risultato è che ti dimentichi della merda e la trovi solo durante le pulizie di primavera.

16 • Charles De Goal4 dicembre 2008 alle 14.25

“è come se uno ti caga in salotto, poi infila nella merda un petardo acceso, poi spegne il petardo e tu gli dici grazie.” (Stark)
E’ quello che giornalmente, fa la Binetti e considera che è dei “nostri”.

Se lasciava esplodere il petardo era peggio…
lo devi ringraziare per esser tornato sui suoi passi!

ah ah ah! Bellissimo post :)

20 • attila4 dicembre 2008 alle 15.57

Un capolavoro!
Erano anni che non leggevo niente del genere…
Stark meriti il Nobel!

21 • maeandro4 dicembre 2008 alle 16.26

@Qfwfq Non capisco nella nuova metafora quale sarebbe la figura del giornalista. Per me il giornalista è quello che quando torni con l’estintore, Ti convince che la merda non c’è più e che l’odore che parmane è Tuo e che faresti meglio a farti un buon bagno.

25 • DiVin4 dicembre 2008 alle 18.28

mentre voi sentite puzza di merda, sotto il vostro naso scappa un odore di notizia degna da Spinoza: un certo Monsignor Crociata (e non è uno scherzo) afferma “No a matrimoni fra cattolici e musulmani”… —> http://www.corriere.it/ultima_ora/notizie.jsp?id={ADA5B02A-F641-47BF-AB5A-E1508D8725F4}

Vi prego, oh menti spinoziane, di prendere questa notizia per farne succulento materiale per il vostro blog.
Attendo fiducioso :)

26 • Qfwfq4 dicembre 2008 alle 18.36

Chi se ne frega delle tecniche mistificatorie. Madre Natura, unica vera opposizione italinaa sta crescendo ogni giorno di più. Quell’altro di anni ne ha 72 e ogni tanto gli cede ‘na gamba. Tempo al tempo.

Sintetica e geniale.

E non solo il salotto, Cambronne e il petardo.

Anche la metafora di Tremonti . Una finezza.

Complimenti

28 • kutavness4 dicembre 2008 alle 19.11

Guardate che, se lo incensate troppo, ‘sto ragazzo, poi gli vengono delle idee strane, tipo che si monta la testa e si dà davvero alla politica, e allora a quel punto, come dicono a Cambridge, sono cazzi amari.

dopo un po’ che ho letto il post sono andato in salotto e mi aspettavo di trovare una merda. Ho fatto finta di nulla, ma poi il dubbio si è insinuato e ho cercato distrattamente quà e là.
Non c’era. Meno male.

La metafora è grandiosa, chiarisce l’idea evitando di sporcare la tappezzerìa.

Spinoza for president (perchè ha capito l’arte di Berlusconi!)

Andrea…non hai trovato la merda in salotto perchè probabilmente il tizio di cui sopra si ha dimenticato di spegnere il petardo. A volte succede anche questo

me ra vi glio so questo post…non sarei riuscito ad esprimere meglio il concetto.
Trovo anche assurdo che questo giochetto funzioni !!!!

:-)

Stavo cercando questa battuta su Google “Per intenderci: è come se uno ti caga in salotto, poi infila nella merda un petardo acceso, poi spegne il petardo e tu gli dici grazie.” e sono arrivato a Spinoza, che conosco bene e seguo da un po’.

Però io la battuta ricordo di averla letta su “Lepidezze Postribolari”, l’ultimo libro di Daniele Luttazzi.

Stark, mi aiuti a fare luce? :)

Lascia un commento

*