Spinoza

Un blog serissimo.

Stalk show

Referendum, affluenza record degli italiani all’estero. Vogliono farcela pagare.

Matteo Renzi si rivolge agli elettori: “Leggete il quesito referendario”. Già a “leggete” la sua popolarità è crollata.

Renzi: “È importante sapere che non si vota su di me”. E quando mai lo abbiamo fatto?

Grillo invita i suoi a votare con la pancia. Che se iniziano a usare la testa è pericoloso.

Maria Elena Boschi: “Non si voti per simpatia o antipatia”. È importante anche la bellezza.

Grillo: “Questo referendum ha spaccato il Paese”. E non solo.

Renzi mostra il fac-simile della scheda per il Senato. Ha già i cazzetti.

Il premier: “Non possiamo tenere fermo il Paese”. Ah no, questo era il discorso per Amatrice.

L’Associazione Partigiani si schiera per il No. Forse hanno nostalgia delle montagne.

Maria Elena Boschi: “I partigiani veri stanno con noi”. Gli altri sono partigiani froci.

Corteo per il No a Roma, Grillo inciampa e cade in una buca. GUARDATE COME LA ASFALTA IN 3 MINUTI!

Mattarella convoca Renzi per chiedergli di abbassare i toni. “Io non ci capisco niente di telefonini”.

Renzi: “Se passa la riforma un politico su tre va a casa”. Ecco, altri disoccupati in giro a non fare un cazzo.

Mattarella: “Il referendum è un passaggio da vivere serenamente”. Un po’ come la morte.

D’Alema teme brogli sul voto estero. Potrebbero favorire il suo partito.

Renzi apre alla minoranza Pd. Comincia così anche Hansel e Gretel.

Renzi: “Con il referendum c’è la possibilità di avere un Paese più semplice”. Conserva la tessera e scopri se hai vinto!

Cuperlo contestato da due anziani attivisti. Gli impallava la Boschi.

Bersani si dice contrario alla riforma. Un duro colpo allo schieramento del Ni.

Bersani: “Se parlo fuori è perché dentro il Pd non si può”. C’è gente che dorme.

In Parlamento Bersani aveva votato tre volte Sì alla riforma. Poi ha risolto con un poggiatesta.

Bersani: “Per farmi uscire dal Pd devono chiamare l’esercito”. Con Fassina bastò un “Ehi, stanno facendo le multe”.

Il giorno dopo la direzione Pd Renzi si reca sui luoghi del terremoto. Per rilassarsi.

Ignazio Marino: “Spero che il Pd sopravviva”. Gli piace vederlo soffrire.

null

Renzi dice a Zagrebelsky di aver studiato sui suoi libri. Per farlo sentire una merda.

Renzi: “Gli scienziati italiani votano Sì”. Ma lo hanno fatto per posta.

Durante il dibattito Zagrebelsky ha tirato fuori un libro. Per tutta risposta Renzi ha esibito il doppio cd del Festivalbar ’95.

Zagrebelsky ha parlato sei minuti in più di Renzi. Si era addormentato il cronometrista.

Casini è per il Sì. E lui quando dice una cosa è quella.

Anche Federico Moccia e Alba Parietti si schierano sul referendum. Poi vi lamentate se Red Ronnie parla di medicina.

(Visto che le bacheche dei social pullulano di esperti di Costituzione, direi che i tempi sono maturi per un referendum a risposta aperta)

Fassina: “Se vince il No faremo la riforma costituzionale tutti insieme”. Lui porta i dischi.

Fassina dice che la vittoria del No porterà a una riforma costituzionale condivisa. E i suoi bambini si addormentano.

Di Battista ha fatto campagna elettorale sui treni. Ci scusiamo per il disagio.

Andrea Bocelli firma un appello per il Sì. Vigliacchi!

Chiamati a votare anche trentacinque ricercatori in Antartide. “Cazzo, ci hanno trovato pure qua”.

(Ricordiamo a tutti quelli che non ne possono più del referendum che poi si apre il dibattito su cosa fare a capodanno)

Bagnasco invita tutti a informarsi in vista dell’appuntamento di dicembre. C’è ancora chi crede alla storia della verginità.

Renzi: “Dobbiamo cercare di parlare al Paese”. Fa bene ai soggetti in coma.

Il premier annuncia un aumento delle pensioni minime. Almeno mio nonno potrà aiutarmi mentre cerco lavoro.

Benigni criticato perché incoerente con le idee che aveva in passato. State dicendo che vi fate ancora le seghe su Simona Tagli?

Anche Paolo Sorrentino è favorevole alla modifica dell’articolo 70. Ora sembra una sua sceneggiatura.

Grillo denuncia Renzi per abuso della credulità popolare. L’aveva depositata alla Siae.

* * *

Attenzione! Da adesso fino a lunedì mattina commenteremo l’esito del referendum sull’account Twitter @LiveSpinoza. Se volete partecipare potete entrare nella nostra chat, seguendo le istruzioni su questa pagina: le battute migliori saranno twittate con il vostro nome. (Intanto mettiamo su il caffè)

* * *

Autori: notturnoconcertante, pirata21, comagirl00, luce so fusa, goemon ishikawa, andre21, cricon, rostokkio, marco.modena, il mago di floz, giga, quattrocase, heliandros, miguel mosè, mestmuttèe, novevonbismarck, sisivabbe, milingopapa, george clone, arthur rombò, misterdonnie, foisluca84, maurizio neri, acid rain, elmorisco, stark, luca’s jokes, guli1979, lucyinthesky.

Illustrazioni: sciscia, george clone, semola, mestmuttèe, lowerome.

* * *

[Messaggio promozionale: Ultimi giorni per accaparrarsi l'agenda di Spinoza 2017 e riceverla prima di Natale! Pratica ed elegante, è perfetta per annotarsi appuntamenti, cene e maratone di Mentana. Per averla cliccate qui]

Commenti

22 commenti a “Stalk show”

6 • Gioncoltrein5 dicembre 2016 alle 1.34

Non sono tipo da salire sul carro del vincitore.
Però forse Pinochet aveva il bisnonno venezuelano.

8 • Chance766 dicembre 2016 alle 9.14

(Ricordiamo a tutti quelli che non ne possono più del referendum che poi si apre il dibattito su cosa fare a capodanno)

XD

9 • prisiaiia12 dicembre 2016 alle 8.39

mi ato scancellato tutto quello chejk lo mangiacvamo a natale a capodanno tnit pop a sgfavccimm ra cazzimm

14 • prisiaiia12 dicembre 2016 alle 11.47

poia almeno sgiegate perche scancelate nono e che vellwbbuono pigliate e scnacelate le cose che uno ci aha perso il tempo ha scriverle e che sfaccimam

15 • prisiaiia12 dicembre 2016 alle 11.48

cio nono e che o scrtitoo le maleparole o le iastemme o scritto solo wuello che facevo a capodanno

“Matteo Renzi si rivolge agli elettori: “Leggete il quesito referendario”. Già a “leggete” la sua popolarità è crollata.”

La popolarità è crollata anche per via di “leggette”. :)

Lascia un commento

*