Spinoza

Un blog serissimo.

Black Friday [parte I]

Uno

Parigi, colpiti i luoghi del divertimento. Pertanto nessun problema a Eurodisney.

Oltre 130 le vittime degli attacchi terroristici nella capitale francese. Il mondo non provava così tanto dolore, sdegno e sconcerto dalla penalizzazione di Valentino Rossi.

L’Isis ha attaccato in un colpo solo luoghi simbolo dello sport e della cultura. Un po’ come la nostra legge di stabilità.

(Per me è tutto un piano di Bertone per cambiare discorso)

L’Occidente reagisce chiedendo di pregare e sparare. La Treccani la definirebbe “emulazione”.

Marine Le Pen sospende la campagna elettorale. Tanto ha già vinto.

Due

Colpi di kalashnikov al ristorante. Con “Cameriere!” non si girava.

Gli attacchi di Parigi sono avvenuti simultaneamente. Non deve essere stato facile sincronizzare le meridiane.

A Saint-Denis i kamikaze hanno cercato di entrare allo stadio ma sono stati fermati. Non volevano togliere il tappo dalla bottiglia.

(I terroristi volevano farsi esplodere in mezzo ai tifosi di Francia e Germania. Ma non basta a renderli simpatici)

Nonostante la strage si è continuato a giocare. Platini: “Quanti ricordi”.

60 ostaggi in una sala concerti. Di solito sono i mariti.

Bono: “È il primo attacco dei fondamentalisti alla musica”. Se escludiamo il cd di suor Cristina.

Un italiano presente al concerto di Parigi era già scampato alla tragedia dell’Heysel. E aveva votato Bersani alle primarie.

L’attentato al Bataclan era programmato per gennaio 2016. Ma ai terroristi scadeva la tessera Arci.

Identificato uno dei kamikaze. È quello lì, lì e lì.

Tre

L’Isis minaccia di sgozzare i politici italiani. Adesso è in testa nei sondaggi.

Belpietro titola “Bastardi islamici”. Per il prossimo attentato ai suoi danni vuole essere creduto.

(In realtà il titolo di Libero doveva essere “Bastardi estremisti”. Poi qualcuno in redazione si è sentito offeso)

A causa dell’attentato salta il programma della Clerici su Rai Uno. Mi piace pensare che i francesi si siano sacrificati per noi.

Alfano: “Ora siamo a livello di allerta 2, che è subito prima del livello 1, il massimo”. E ha fatto il calcolo in una sola mattinata.

Salvini commette errori grammaticali nei tweet su Parigi. Provateci voi a digitare con la mano sinistra.

Gasparri: “L’Isis potrebbe essere sconfitto in 15 minuti”. Ma chi ce l’ha il tempo?

(La portata della tragedia è sintetizzata dalla ricomparsa di Gasparri)

Gasparri: “Dobbiamo sterminare i nemici della pace”. E stuprare i maniaci sessuali.

Ora si teme per il Giubileo di Roma. C’è il rischio che lo facciano davvero.

Quattro

Il sindaco di Parigi: “No a parole di odio”. Ora servono fatti.

La polizia francese manda un cane nel covo dei terroristi e loro gli sparano. Era la pet therapy.

Gli agenti hanno atteso ore prima di entrare nel palazzo dove erano asserragliati i terroristi. La portinaia aveva passato lo straccio.

Tra i terroristi anche una donna. Le altre 71 a lavoro compiuto.

Una donna è esplosa durante il blitz. Le teste di cuoio le hanno chiesto dove voleva pranzare.

Uno dei terroristi studiava da elettricista. Ecco come si finanziano.

Ritrovata nella spazzatura una cintura esplosiva. Ora potrebbero fare la multa a tutto il condominio.

Un video mostra un infermiere che tenta di rianimare uno dei kamikaze. Per dispetto.

Il gestore di un bistrot vende il filmato dell’attentato per 50 mila euro. Non ci impediranno mai di essere le solite merde.

Facebook attiva il tasto ‘Stiamo bene’ anche in Nigeria. E niente, non lo clicca nessuno.

Cinque

Renzi riunisce l’Intelligence. Che stava ancora cercando Moro.

Renzi: “I terroristi vogliono impedirci di sognare”. Lasciandoci così senza niente da fare.

Il premier: “Dobbiamo dare un messaggio di speranza e ricordarci chi siamo”. L’essenziale è farlo in quest’ordine.

Renzi: “Chi vuole rinchiuderci in casa non avrà la meglio”. Giusto, basta con i posticipi.

Rischio attentati, le regioni più sicure sarebbero quelle in cui c’è la mafia. Il solito culo dei milanesi.

(L’Isis promette di colpire le città simbolo di divertimento, perdizione e peccato. È l’occasione giusta per visitare Avellino)

Alfano: “Cresce la preoccupazione intorno al Giubileo”. Stanno cominciando a fargli domande precise.

Gabrielli: “Roma sarà sicura, ma non blindata”. Ha voluto lasciare qualche speranza all’Isis.

Roma sarà No fly zone per tutto il Giubileo. Se poi arriva Gesù si attacca al cazzo.

Renzi: “Il Giubileo sarà come l’Expo”. Voleva rassicurare la mafia.

Sei

A Bruxelles livello di allerta quattro su quattro. Ora capite perché Salvini non ci va mai?

Il governo belga: “Stiamo cercando 10 potenziali kamikaze”. Non riescono a trovarne con precedenti esperienze.

(La metro di Bruxelles è ferma da tre giorni. Sembra la metro di Roma quando funziona)

Il ministro Orlando: “Interecetteremo anche le Playstation”. C’è un tizio che continua a parlare di sciabolate.

Il terrorista fuggitivo sarebbe stato avvistato a Pordenone. Eh, ma vai a trovarla.

Gli Eagles of Death Metal: “Torneremo a suonare al Bataclan”. Mi immagino la ressa.

[Continua qui]

* * *

Autori: ghiaccio-nove, mestmuttèe, dan11, doctorc, ostaggio del mondo, goemon ishikawa, luca’s jokes, paniruro, comagirl00, cricon, pirata21, guli1979, montales, elmandrillo82, acid rain, starburst, lughino, valeriomoro, mastrochitarra, frandiben, purtroppo, maurizio neri, a.mazed, mercà, novevonbismarck, arthur rombò, rocco gazzaneo, george clone, bipo, sirboneddu, milingopapa, abkualcosa, uge, batduccio, luce so fusa, notturnoconcertante, semola, xanax, ‘lfoda, foisluca84, miguel mosè, edelman, slopero, giga, ordinary madness, misterdonnie, la dolce euchessina, felice evacuo, naima84 e sisivabbe.

Illustrazioni: here to avenge laika, bosiski, misterdonnie, semola, lowerome, tom tatum, frandiben.

[Fermare il mouse sulla battuta per conoscere l'autore]

Commenti

30 novembre 2015 • 50 commenti

Feed dei commenti a questo post. Sia i commenti che i ping sono chiusi.

50 commenti a “Black Friday [parte I]”

2 • Marco braghin30 novembre 2015 alle 16.33

Fin’ora avevo apprezzato il vostro silenzio sui fatti di Parigi. Tuttavia con questo post avete toccato il fondo.
Ho notato che ci tenete sempre a dimostrare che la satira deve poter scherzare su tutto, ma le vostre battute non sono satira, sono comicità fascistoide. Il fatto che prendiate di mira fatti tragici è decisamente aberrante.
Qual’è il senso? cercare di sdrammatizzare qualcosa che non va sdrammatizzato?
Giudico questo è francamente indecente, solo gli stupidi pensano di poter ridere di tutto e la vera satira è arte da intelligenti che capiscono quale deve essere il bersaglio in faccende del genere.

5 • Aurelio30 novembre 2015 alle 16.48

marco – apprezzabile il tempo che hai impiegato per scrivere tante cazzate. Oltre a tacere, facendo figure migliori, ti consiglio di imparare a scrivere “qual è” senza accento.

7 • Braghin ridicolo30 novembre 2015 alle 17.07

Braghin ma perché frequenti spinoza? C’è sempre Verissimo in tv se vuoi…

Mi immagino Marco che si atteggia, davanti allo specchio, a Vittorio Gassman e ripete continuamente “comicità fascistoide”. Il risultato però è a malapena Crozza ubriaco.

FINALMENTE come AI VECCHI TEMPI!
Abbiamo avuto la sentenza del dottor Braghin che, detto tra noi dev’essere un tipo allegro come gli attentatori di Parigi.

toccato il fondo? comicità fascistoide? aberrante? indecente? aiutooo..
Marco ho riletto tre volte il tuo post.. non riesco a collocarlo.. oltre all’umido al secco vetro e plastica servirà mica un nuovo sacchettino marrone?
su dai, passerà, e lei tornerà.. o non hai un cazzo da fare? oppure sei semplicemente un Troll?

13 • Francesco30 novembre 2015 alle 17.24

Ammetto che ho apprezzato le battute e ne ho anche riso. Parecchio.
Però la critica di Marco mi sembrava ragionevole, ponderata e corretta. Tranne forse l’agettivo fascistoide.
Che però aggettiva bene tutti coloro che lo hanno preso di mira, subito dopo.
Brave pecore fascistoidi.
Ora insultate me.

15 • montales30 novembre 2015 alle 17.34

Lasciate perdere le minchiate e leggete le battute nella loro successione, con calma. Parte I e II di seguito. Questo post è meraviglioso.

16 • Gregorio30 novembre 2015 alle 17.36

Ma le battute sulle 72 vergini non dovrebbero essere nella lista dei tormentoni da evitare?

17 • Acid Rain30 novembre 2015 alle 17.38

Fascistoidali sarebbe stato meglio.
Ma quelli che dopo aver provocato scrivono “ora insultate me”, di preciso che problema hanno?

P.s.: la risposta di Stark mi ha piegato più del post :D

18 • Marco braghin30 novembre 2015 alle 17.53

Ops! Ho scordato che gli unici commenti ammessi sono: “bellissime”, “fighissime” e “primo”.
Per il futuro, magari, rispondere entrando nel merito sarebbe una dimostrazione di maturità.
Vi chiederei perché mettere una sezione di commenti se poi non vi interessano i commenti ma non credo che mi collegherò più con questo sito e non potrei vedere la vostra eventuale risposta.

19 • Andrea30 novembre 2015 alle 17.58

Certo che anche Aurelio che non perde occasione per fare il grammar nazi (noti per la loro simpatia) con Marco e che consiglia di scrivere qual é senza accento (invece che senza apostrofo)… mi sembra un commento da sottolineare. bellafiguradimerdasi

22 • Andrea30 novembre 2015 alle 18.09

Ah, dimenticavo: in ritardo ma veramente di livello, soprattutto purtroppo quelle sui funerali della ragazza nella parte II..

Marco, visto che non leggerai la mia risposta affido al vento le queste poche parole: questo blog esiste da 10 anni, e da sempre ci sentiamo dire, davanti a una tragedia, che un silenzio rispettoso sarebbe opportuno e così via. E ogni volta rispondiamo che non ci sembra opportuno stare zitti, visto che centinaia di persone continuano a radunarsi qua per dare il loro punto di vista ironico su OGNI notizia, non trovandolo evidentemente un esercizio così sconveniente. L’essenziale è essere onesti nella selezione, cosa che abbiamo fatto scrupolosamente, viste le oltre 7000 (settemila, capito? settemila) battute inviate sull’argomento. Ci sembra di aver fatto la miglior cosa possibile e ne andiamo fieri. Saluti

25 • Brivido30 novembre 2015 alle 19.07

Standing ovation mia personale per la seconda di Stark.

Ma facendo parte dei settemila NON pubblicati, probabilmente perche’ troppo becero ed irrispettoso, voglio aggiungere la mia becera ed irrispettosa risposta al Braghin:

Il giorno in cui anche io vedro’ nel mondo qualcosa di non ironizzabile e dissacrabile, staro’ in silenzio in un mio angolo a commiserarmi, non staro’ a di certo a redarguire sonosciuti in nessun forum, o palco o riunione!

E poi invece con chi ogni volta la mena con apostrofi/accenti… eccheppalle pero’! Non tutti abbiamo pignoleria e tempo, per stare tutte le volte a schiacciar due tasti assieme, eh dai! ;)
scift-è, niente scift-é, altgr- e ti viene ‘na sbarretta…. e poi ti incazzi…. piu’ facile ” e’ “.

Firmato: ignorante della tastiera.

Rientrando IT, belle tutte, prima e seconda parte! :)

26 • soqquarto30 novembre 2015 alle 19.12

Bene, bravo, bisis. Tra le tante:

Gasparri: “L’Isis potrebbe essere sconfitto in 15 minuti”. Ma chi ce l’ha il tempo?

Gasparri: “Dobbiamo sterminare i nemici della pace”. E stuprare i maniaci sessuali.

(L’Isis promette di colpire le città simbolo di divertimento, perdizione e peccato. È l’occasione giusta per visitare Avellino)

Alfano: “Cresce la preoccupazione intorno al Giubileo”. Stanno cominciando a fargli domande precise.

Roma sarà No fly zone per tutto il Giubileo. Se poi arriva Gesù si attacca al cazzo.

28 • Brivido30 novembre 2015 alle 19.30

MestMuttèe pero’ non prendertela, ti chiedo scusa se ho reagito… se vuoi mi indigno e ti mando affanculo un po’, cosi’ pareggio… ma non essere triste a causa (anche) mia… ;(

29 • claudia30 novembre 2015 alle 19.33

Veramente belle, spero che presto accada qualcosa di altrettanto aberrante cosi’ da poter far scaturire un altro post….Scherzo!
E comunque la mia preferita e’ stata:
“Marco, rispettiamo la tua idea ma non ce ne frega un cazzo. Saluti”
Stark for president!

30 • sissid30 novembre 2015 alle 20.32

“Marco, rispettiamo la tua idea ma non ce ne frega un cazzo. Saluti” la migliore!
Stark for president!

Brivido, che ci posso fare, mi diverto più a leggere insulti agli autori che insulti a chi insulta gli autori. E qui stiamo prendendo la piega che non è più figo prendersi gli insulti per una battuta. È questo l’unico motivo per cui ormai scrivo pochissimo.
Anche la tua offerta di mandarmi affanculo, un tempo l’avrei accolta con un sorriso di gratitudine; ora non so, mi annoierebbe (ma grazie lo stesso).
Abbracci coccolosi

32 • Ignaz1 dicembre 2015 alle 0.32

Sono indignato contro ognuno di voi: siete riusciti a farmi ridere anche sui fatti di Parigi!Fascistoidi!

I social purtroppo sdoganano maleducati e beceri vari, sempre alla ricerca di ascoltatori, e spinoza non fa eccezione, peccato.
Il post non è mai offensivo o anche solo irrispettoso verso le vittime, e questo è fondamentale.
Per il resto occorre sempre ridere di tutto, insomma fare satira e parodia. Lo sapeva già Aristofane.
Le cose serie, che non reggono ad una battuta, hanno basi molto deboli.

“Achmed the dead terrorist” lo guardavo con la mia ex :-(
Acid rain mi hai rovinato la giornata…

36 • l'apostolo del congiuntivo1 dicembre 2015 alle 13.39

5-Aurelio. Brutta bestia la grammatica QUAL È senza apostrofo, l’accento ci vuole. Prima di insegnate impara. Per il resto hai ragione.

39 • andybayer681 dicembre 2015 alle 16.05

Grandiose tutte le vostre satiriche e irriverenti battute.
Siete dei geni e faccio i miei complimenti.
Per chi critica non ho giudizi od offese da elargire. Penso però che ognuno degli autori, oltre a saper ironizzare su qualsiasi cosa, bella o brutta che sia, non esprimono un opinione o un giudizio … sono certo infatti che chiunque di loro sia col pensiero e con il cuore accanto a chi ha vissuto questa drammatica storia. Riderci sopra, con il giusto rispetto, sdrammatizza esorcizza e non fa male a nessuno.
Grazie

La II e la III al I. Certo che e’ vergognoso scherzare su queste cose,a meno che avvengano a 5000 km almeno di distanza,(che so Baghdad,Kabul,pargolette nigeriane che si fanno esplodere allora e’ diverso: non urta la mia zenzibilita’. E neanche del rag. (troll spero) Brisighella all’inizio.
P.s. scherzo: non me ne frega un nemmeno se avviene a Parigi: non ho parenti la’.

#aculoilmondo##

E comunque e’ ora di piantare di dare patenti di fascistoidi a lazzo. Per esempio Stark e’ fascistoide,Serena (?) Gandhi anche. Montales pure. Pirata21 fascistissimo, ma per esempio MARCOdallaSardegna NO.
Quindi io pubblcherei solo le sue battute che inoltre a me mi sono sempre piaciute.

44 • Albè2 dicembre 2015 alle 3.08

Grandissimo lavoro! Enorme ricchezza di contenuti e spunti di riflessione, oltre a numerosi colpi di genio. Per chi si ferma a giudicare se fa ridere o se è opportuno senza cercare di capire che c’è molto di più da cogliere: perché ti fermi a giudicare se fa ridere o se è opportuno senza cercare di capire che c’è molto di più da cogliere?

45 • Bebo602 dicembre 2015 alle 14.13

Divertentissimo, come sempre.
Sinceramente mi sfugge il motivo per cui c’è sempre chi ha da criticare la “linea editoriale” di Spinoza, quel fare satira, dissacrante e graffiante, su tutto, ma proprio tutto.
E’ così da sempre, se non si condivide questa impostazione basta non andare sul sito, no?

47 • Francesco3 dicembre 2015 alle 12.24

@Aurelio. Condivido, ma è un’apostrofo (non un accento).
PS: con Stark tutta la vita

48 • Francesco3 dicembre 2015 alle 12.29

PS2: non ho nulla a che spartire con il Francesco che il 30 nov appoggiava Braghin. Purtroppo, è un nome piuttosto diffuso. Ora scusatemi, ho un’enciclica da finire (diobò, questa nemmeno Marco dalla Sardegna)

49 • Anzichenò3 dicembre 2015 alle 19.56

Gli stessi che criticano Spinoza indossano magliette con scritto “Je suis Charlie”, senza sapere che Hebdo incarna lo stesso spirito dissacrante. “Transeat”…(è latino, non un viados in una Ibiza)