Spinoza

Un blog serissimo.

Il telo sopra Berlino

I migranti arrivano in Germania. Come sempre vanno a rubare il lavoro agli italiani.

Migliaia di siriani accolti da applausi e regali. Tsipras: “Allora vi stavamo sul cazzo solo noi?”

(Comunque l’ultima volta che la Germania decise di dare una lezione all’Europa furono cazzi)

Diventa virale il video del bambino che gioca con il cappello di un poliziotto tedesco. “Entro stasera riportamelo pieno”.

Le autorità tedesche si augurano che il processo di integrazione avvenga in fretta. Per questo consigliano ai profughi di ossigenarsi i baffi.

I piccoli rifugiati accolti con dei giochi. “Nessuno vuole il Risiko?”

La straziante foto del cadavere

La Germania ha applaudito l’arrivo dei migranti. In Italia preferiamo aspettare l’uscita delle bare.

Molti tedeschi hanno atteso l’arrivo dei profughi con buste piene di abiti. Del cibo si vergognavano troppo.

(I tedeschi stanno dando prova di grande umanità. Dev’esserci un bug nella programmazione)

Alcuni profughi sono arrivati in Germania dopo una marcia di 250 chilometri. Non avevano mai visto una rotonda.

Ad accogliere i migranti una bimba tedesca con un peluche. “Dai papà, colpiscine un altro!”

Il Pentagono: “La crisi migratoria durerà 20 anni”. Poi Salvini dovrà cercarsi un lavoro.

* * *

La foto di un bimbo morto in prima pagina sul Manifesto. Per un attimo ho temuto che qualcuno potesse vederla.

Il Canada aveva negato l’asilo alla famiglia di Aylan, ora lo offre al padre unico superstite. Avevano posto solo per una persona.

Salvini: “Lacrime e rabbia per il bambino morto”. Si è dato una martellata mentre appendeva la foto.

(E per fortuna che non hanno pubblicato il video nel quale lo usano per fare la pista delle biglie)

Il piccolo Aylan è stato seppellito con il fratellino di 5 anni. Che si è opposto fino all’ultimo.

(Aylan è stato seppellito insieme al fratellino non fotografato. Quindi da solo)

Anche Putin si dice commosso dalla foto del bimbo siriano morto. Chissà quanti ricordi.

* * *

Porta a Porta compie vent’anni. Ecco perché Berlusconi non ci va più.

Roma, dopo 20 giorni di ferie Marino torna al lavoro. “Cosa sono quelle facce da funerale?”

Marino al rientro dalle vacanze: “Abbiamo cacciato i fascisti, ora cacceremo i mafiosi. Prima però guardate queste diapositive”.

Usa, polizia uccide sudamericano con le mani alzate. C’era il rischio che facesse partire un ballo di gruppo.

Calderoli si sposa. Su National Geographic le foto del corteggiamento.

Expo, il padiglione Italia è costato il doppio del previsto. Ma chi poteva immaginare che volessero finirlo veramente?

Il Papa va in un negozio per rifare gli occhiali. “Santità, ce li ha in testa”.

Papa Francesco dall’ottico. “E ora metta la trave nel sinistro”.

Fa una rapina con la maglia dell’Inter, subito riconosciuto. Quest’anno ne avevano venduta solo una.

(Il ladro è stato riconosciuto perché indossava la maglietta di Ranocchia. Quindi faceva anche il palo)

Si sveglia dal coma e accusa il compagno. La mia fidanzata lo fa ogni mattina.

Lapo Elkann curerà il marketing degli occhiali Adidas. Chissà se tre strisce basteranno.

Ritirata la patente a Balotelli. Ora il marciapiede è di nuovo un posto sicuro.

* * *

MESSAGGIO ELETTORALE: Anche quest’anno Spinoza è candidato agli Internet Awards, i tradizionali premi della rete: se vi va di votarci (ci vuole un minuto) ve ne siamo grati. Si può votare fino a giovedì 10 settembre.
Grazie a tutti!

> Clicca qui per votare <

* * *

Autori: giga, siokanzino, sisivabbe, acid rain, doctorc, a.mazed, akiten, pirata21, fdecollibus, luca’s jokes, ‘lfoda, acid rain, paniruro, strafani, foisluca84, cricon, luce so fusa, masss, klaud.

Illustrazione: stark.

Commenti

7 settembre 2015 • 57 commenti

Feed dei commenti a questo post. Sia i commenti che i ping sono chiusi.

57 commenti a “Il telo sopra Berlino”

12 • krukko romano7 settembre 2015 alle 17.01

“Comunque l’ultima volta che la Germania decise di dare una lezione all’Europa furono cazzi”

“Le autorità tedesche si augurano che il processo di integrazione avvenga in fretta. Per questo consigliano ai profughi di ossigenarsi i baffi.”

E questa è satira?! Lo trovate buffo in Italia?
Non fa ridere nessuno, almeno qui in Germania. Qui viene interpretato solo come semplice xenophobia verso noi tedeschi. Per di più quanto riguarda la prima “battuta”, sulla Germania che “(..) decise di dare una lezione all’Europa (..)”, fa ridere ancora meno. Commenti di questo genere sul nostro passato grigio degli anni 30 e 40 sono solo un insulto. Vergognatevi!

Krucco romano, qui da sempre si gioca sui pregiudizi di tutti. Se pensi che questo sia un post contro la Germania e i tedeschi, hai bisogno pure tu di lenti nuove, mi sa

16 • krucco romano7 settembre 2015 alle 19.40

@ stark: Pregiudizi d’accordo: Mangia patate e crauti, portatori di sandali con i calzini bianchi a Piazza San Pietro, gran rompi cazzo pignoli, ecc, ecc… tutto quello che vuoi. Ma su quel capitolo non ci si scherza! Ma forse bisogna essere tedeschi, x capirlo…?

Non trovi se stranieri in Italia prendono x il culo gli italiani chiamandoli ” tutti ladri, pigri e mafiosi” tu non t’incazzi?? Non so se mi spiego!?

17 • fdecollibus7 settembre 2015 alle 19.42

Krukko romano, sei completamente fuori contesto. Un troll con l’umlaut resta comunque un troll

19 • krucco romano7 settembre 2015 alle 19.48

@ fdecollibus: Ah si, fuori contesto, dici? Qual’é il contesto secondo te? (scarsa argomentazione)

Troll = Tröll? ;)

20 • krucco romano7 settembre 2015 alle 19.50

@Stark: “non mi incazzo perché gli italiani SONO tutti ladri e mafiosi. Bisogna pure avere un hobby nella vita.” mhhh, quest’ autoironia è una novitá nella cultura italiana … :( )

21 • Maurizio Neri7 settembre 2015 alle 20.31

Ok, vada per il gran rompi cazzo.

Le mie preferite sono le stesse che ha detto Montales. Dite che è grave?

22 • Acid Rain7 settembre 2015 alle 20.50

Uno se la prende per frasi del genere solo se taglia la verità a fette, se vede solo bianco e nero. In pratica, se ragiona esattamente per schemi rigidi come quelli di una battuta di una riga che fa largamente uso di descrizioni caricaturali. Se invece vedi la realtà per quella che è, ovvero un insieme di situazioni infinitamente complesse… Beh, allora no, non ti offendi.
Comunque non fa ridere.

23 • Giuliano7 settembre 2015 alle 22.05

@krukko romano. La tua sorpresa mi stupisce. L’autoironia in Italia la respiriamo sin da bambini. Forse è troppo che stai in “Cermania”? (indovini a chi sto pensando?)

24 • ordinary madness7 settembre 2015 alle 22.54

krukkp, fai pace col cervello. Sei italiano, ti senti tedesco (anche giustamente, eh), ma ti autodefinisci crucco. Pretendi da noi satira, ma ti stupisci dell’autoironia. Denunci la mancanza di satira* ma ti lamenti delle risate. Ma che fai lì, il piazzista di contraddizioni?

(*nella satira la risata non è il fine)

Expo, il padiglione Italia è costato il doppio del previsto. Ma chi poteva immaginare che volessero finirlo veramente?

Lapo Elkann curerà il marketing degli occhiali Adidas. Chissà se tre strisce basteranno.

27 • Akiten8 settembre 2015 alle 10.04

quote Krucco romano: “mhhh, quest’ autoironia è una novitá nella cultura italiana …”

lol

Ok, è un tröll

29 • rastapasta8 settembre 2015 alle 11.16

Krukko romano: e per quale motivo non si scherza sul passato nazista della germania? chi lo stabilisce? satira macht frei!

30 • Adriano8 settembre 2015 alle 11.58

Comunque a me quella del sudamericano ucciso con le braccia alzate mi ha fatto pisciare sotto dalle risate!

31 • lucida8 settembre 2015 alle 13.13

il titolo:ho capito il riferimento al film di wenders,dico bene? ma non ho capito il riferimento al telo.chi mi spiega?grz

32 • Paolino8 settembre 2015 alle 22.34

Le comunità ebraiche condannano la marchiatura delle persone con i pennarelli, tempi duri per gli organizzatori degli eventi Ironman.

Per il resto mi sono piaciute tutte, la foto di stark e’ mitica e grazie per le battute sui tedeschi, in particolare quella ‘del cibo si vergognano troppo’: vivo in inghilterra e con un Crucco, che mi fa il lavaggio del cervello. Avevo bisogno di qualcuno che mi ricordasse che e’ vero che vestono male e mangiano peggio :) :) :) :)
Per Krukko Romano, il mio Crucco personale ha piu’ ironia di te: e io che mi lamentavo della sua…
(e le risate che non ci facciamo su tasse, mafia e disorganizzazione da una parte e nazi e rigidita’ e brutti vestiti dall’altra… e’ per questo che mi ha chiesta in sposa e gli ho detto si!!!) :P :P :P

36 • Brasiliano Romano9 settembre 2015 alle 12.26

Quella sul sudamericano con le mani alzate è vergognosa. Voi spaghetti e mandolino con autoironia pensate che noi sudamericani siamo sempre pronti per ballare la macarena. Noi la macarena la odiamo..eh uno e due e tre baila macarena

Cacchio,Paniruro! Vuoi dire che non lo fanno solo con le mogli dei defunti,di seppellirle vive col marito? Bè..

39 • gonzo9 settembre 2015 alle 12.43

Satira Macht Frei è la più bella di tutte, devo imparare a leggere i commenti più che i post!!!!!

Ma quelli con le orecchie da pipistrello e la faccia da topo sono giudei o americani? Bè comunque sterminateli,mi fa schifo guardarli. tanto lo zyklon funziona anche sui mericani. Tipo un’ora fa c’era un bambino pipistrello in biblioteca che secondo me andava bene per lubrificare i cuscinetti col suo grasso. E guardate che non sono razzista,però sto coso faceva ribrezzo,una specie di andreotti a 6 anni. Stesse orecchie,stessa faccia di m&rda.

Avevo iniziato la lettura di questa pagina leggendo ad alta voce quella di Tsipras alla mia compagna e abbiamo riso di brutto…almeno io! Poi leggo (nella mente) quella della pista delle biglie.
Non la commento perché spero che a tutti abbia provocato lo stesso naturale (umano) riflesso.
Chi l’ha scritta dovrebbe farsi delle domande e chi ha deciso di pubblicarla pure ma non mi interessa discutere di questo e quindi in ogni caso non lo farò. Voglio solo dirvi che vi farebbe onore cancellarla senza intavolare inutili dibattiti su che cos’è la satira ecc. ecc. …servirebbe solo a peggiorare le cose. dopodiché per favore cancellate anche questo commento così che non resti memoria alcuna di questo triste incidente. Grazie

44 • Marco Dewey10 settembre 2015 alle 2.26

Quella sulle biglie è una grandissima battuta.
Onestamente… il massimo della dissacrazione in un contesto da massimo della pietas!
Non la ripeterei mai né in giro né su Internet, ma grazie per il coraggio!
Una risata nervosa che mi ha fatto sentire in colpa, ma -G- il genio non si censura!

Mi fa sempre strano vedere gente parlare di “grandissime battute”. Effettivamente molte di queste non sono neanche satira, sono mestiere. Se la risata non è il fine, molte non fanno neanche riflettere, hanno lo stesso spessore delle scorregge reiterate di christian de sica, con i bambini morti o i politici al posto delle scorregge, ma non penso basti. Ovvio che qualcuno possa trovarle audaci o possano smuovere qualche pregiudizio, e va bene, ma stiamo parlando comunque del popolo dei meme. In questo le vostre battute funzionano da un lato in ottica social, ma dall’altro lato è molto molto facile cadere nel mestiere e nelle formule. È più vicino al copywriting che alla satira.

46 • petulantia10 settembre 2015 alle 8.59

In effetti questa cosa del copywriting che ha scritto Luca è vera! Lasciando perdere le inutili inestricabili questioni tipo valoredellebattute-finedellasatira-atuttocèunlimite, è un fatto ed è per molti versi interessante che Spinoza si sia sviluppato come laboratorio e bottega di uno specifico mestiere (o arte)

…eccoli…soggettività…dissacrazione…censura…ottica social…arte…e addirittura copywriting! Beh…ciao ragazzi! Buona masturbazione intellettuale!

48 • lucida10 settembre 2015 alle 12.49

per favore,spiegatemi il titolo.cosa + questo telo,al posto di cielo. l’ho chiesto al commento 31. siate gentili.

50 • Fdecollibus10 settembre 2015 alle 18.25

Vabbè Luca, ma non è che noi possiamo commentare ogni perla del grandissimo Johnny Dorelli… certe cose non si possono spiegare senza uccidere l’emozione.

Era solo una riflessione su come mai, pur essendo appassionato di satira e comicità e consumandone a tonnellate, anche della più dissacrante e feroce possibile, e pur seguendo Spinoza dall’inizio e aspettando ancora con gioia e interesse nuovi post, queste battute ormai non mi dicono nulla. Boh. Chiamala masturbazione intellettuale, chiamalo feedback del cliente.

52 • dario16 settembre 2015 alle 7.58

sto sito s’è impestato di pubblicità invasive che ormai occupano tre quarti della schermata

Sono d’accordo con krukko romano. Non è che non si può ridere dei nazisti, o dei fascisti per quel che mi riguarda, anzi. Il problema è chi esattamente viene preso in giro da quelle battute.

Non stai prendendo in giro Hitler, cioè un carnefice, né un neonazista, neppure un tedesco violento. Stai prendendo in giro tedeschi che non si comportano affatto da nazisti. E allora perché ce l’avete con loro? Capiamoci: siete liberissimi di prendervela con loro, ma non avete la mia simpatia.

Le autorità tedesche vi paiono gli stronzi, i violenti, i carnefici in questa situazione, o no? Mi pare che le vostre battute fanno ridere grazie al suggerimento “non c’è mai da fidarsi di questi qua”. Ma questo prende per il culo anche i tedeschi che non c’entrano niente, e che essi stessi inorridiscono al pensiero dei nazisti. Che hanno fatto loro di male?

È lo stesso problema del “gli italiani sono tutti mafiosi”. È chiaro che non lo sono. Anzi, per la maggior parte sono vittime, molte proprio della mafia in prima persona, gli altri se non altro anche solo di questo cliché, senza averne colpa, e non è affatto piacevole. Non gradire la battuta non è assenza di autoironia. La mafia è una tragedia di proporzioni storiche, non parliamo poi del nazifascismo. Ridere delle vittime, anche se lo sono in modo “blando”, e non dei carnefici è cinico e rivoltante in questi casi, secondo me.

Ridete pure di tutti, o di me se volete, e di fronte a qualsiasi situazione senza tabù. Va benissimo, anzi è fantastico. Il punto è che a me piace quando ridete degli stronzi, dei dittatori sanguinari, dei leader religiosi quando pensano di sapere solo loro cosa mi succede dopo la morte, ecc… Allora date soddisfazione a tutti noi che abbiamo come sola arma la risata, lo sberleffo contro l’autorità, l’ordine costituito. Quando invece “ridete dei poveracci” non fate una gran bella satira, secondo me.

54 • mammina12 ottobre 2015 alle 16.54

Quante pippe ragazzi! Se non vi piace questo umorismo potete anche non leggere questo sito..

55 • soqquarto21 ottobre 2015 alle 10.03

Sì troppe pippe, so’ battute e tante anche belle. Calderoli/National Geographic e Santità/occhiali my favourites.

Ragazzi, veramente siete fuori posto. Se non vi piace che scherza, andate sul sito dell’osservatore romano. Non so se esista, cercate.