Spinoza

Un blog serissimo.

Il lungo addio [parte terza]

[qui la prima parte]
[qui la seconda parte]

Renzi elenca i successi del governo. “Sarò breve”.

La conferenza stampa di fine anno di Renzi al centro del dibattito politico. “Per il capricorno che ha detto?”

Renzi: “Mi sento come Al Pacino”. Grande attore, mediocre regista.

Il premier: “Quest’anno i reati sono calati del 7,7%”. Ma dal 2015 tornano gli incentivi.

Renzi: “La parola del 2015 è ritmo”. Un licenziamento ogni due minuti.

Renzi: “Sul Quirinale niente ping-pong”. Allora ritiro la mia candidatura.

Berlusconi potrebbe non opporre veti al candidato del Pd. Alla sua età gli sforzi inutili vanno evitati.

“Potrei non opporre veti a un presidente del Pd”, ha detto Berlusconi iscrivendosi al Pd.

Napolitano potrebbe lasciare il Quirinale il 31 dicembre. Dalla finestra.

Maria Elena Boschi: “Pronta a rivotare per Prodi”. Lo prendono anche per il culo.

* * *

Traghetto Italia-Grecia, 80 superstiti non erano nella lista dei passeggeri. Quindi il salvataggio non verrà omologato.

Animalista fa scappare dal circo un ippopotamo che viene investito. “Vabbe’, grigliata?”

L’Aquila, neofascisti progettavano azioni violente contro le istituzioni. Invece di collaborare come a Roma.

La cellula neofascista usava Facebook come strumento di propaganda. Postavano solo gattini neri.

Tra gli obiettivi dei neofascisti anche Casini. Per dire quanto fossero rimasti indietro.

Le regioni contro Renzi. E poi c’è chi le considera enti inutili.

Chiamparino guida la rivolta dei governatori. È la nostra idea di primavera araba.

Il presidente del Lazio Zingaretti: “È facile abbassare le tasse con i soldi degli altri”. Ai tempi di Marrazzo la massima era un po’ diversa.

Salvini: “Vorrei un confronto pubblico con Renzi”. Ma lui è così schivo.

Putin deride un giornalista russo sopravvissuto a due ictus. Tra l’altro commissionati dallo stesso Putin.

Secondo uno studio, il DC-9 di Ustica non sarebbe esploso in volo. Ma è troppo presto per trarre delle conclusioni.

Nuova ipotesi su Ustica: “L’aereo è arrivato integro in mare”. Sarebbe deflagrato per gli applausi al pilota.

Un attore nero potrebbe interpretare 007. È che nella tutina di Superman era imbarazzante.

Civati: “Ci sono 7 civatiani alla Camera e 7 al Senato”. No aspetta, questa la so!

Alberto Stasi condannato per l’omicidio di Chiara Poggi. Addio Quirinale.

Stasi dovrà pagare anche le spese processuali. Lo stipendio di Barbara D’Urso.

Mafia Capitale, gli inquirenti: “Carminati utilizzava una cabina telefonica”. Ecco a cosa servono!

Raid Usa per liberare ostaggio, ma lui resta ucciso. È il pensiero che conta.

Samantha Cristoforetti fotografata mentre pulisce il bagno dell’Iss. Poi si occuperà della polvere cosmica.

Il campo magnetico terrestre potrebbe invertirsi di colpo. Fate attenzione se state pisciando.

I sindacati contro il Jobs Act: “Occuperemo gli uffici delle province”. Sarebbe il primo giorno in cui ci trovi qualcuno.

Renzi: “La notte non dormo non per Salvini ma per Messina Denaro”. Perché, chiama spesso?

Arabia Saudita, donne al volante accusate di terrorismo. Quindi le finanzieranno.

Un ramo cade in testa a Galan. Ora è il Newton di Forza Italia.


clicca per ingrandire

La Lituania entra nell’euro. Negli ultimi anni di vita una badante serve sempre.

L’euro circolerà anche in Lituania. Ora sarà molto più facile pagare i musei.

Movimento 5 Stelle, Grillo introduce la figura dei delegati territoriali. Per la Terra c’è Casaleggio.

(Il nuovo regolamento del M5S scatena polemiche. Ma vedrete quando lo reciterà Benigni)

Schumacher piange quando sente la moglie. Il primo passo verso la normalità.

Un sondaggio rivela che il ministro più credibile è Franceschini. È finito nel girone facile.

Anche le donne entreranno nella celere. “Ti carico perché ti amo troppo”.

Studentessa bocconiana sfregia il suo ex con l’acido. Ora è assistente della Boldrini.

La Grecia torna al voto. Che paese arretrato.

* * *

Autori: luce so fusa, cazzara, semola, naima84, il mago di floz, a.mazed, giga, gianlgab, pirata21, negus, enricocameriere, george clone, venividiwc, miguel mosè, edelman, birraallaspinoza, virgilio natola, sofino, golgota, frandiben, xanax, masss, esco! e starrynight.

Illustrazioni: sciscia, vanhacker, lughino e maurizio neri.

Commenti

30 dicembre 2014 • 22 commenti

Feed dei commenti a questo post. Sia i commenti che i ping sono chiusi.

22 commenti a “Il lungo addio [parte terza]”

Troppi panettoni a natale….la digestione lenta… ogni uscita è sempre peggio.
C’ è qualche battuta carina e niente più. Il livello si sta abbassando…è un problema di selezione/cernita o il forum produce poco?

4 • rispondo a max30 dicembre 2014 alle 21.39

Sì Max, è la nota digestione lenta da caviale, gli autori sono tutti immigrati clandestini che sfottono gli italiani e che festeggiano con i 45€ giornalieri che gli spettano. ahahhaah

Bellissime! Io adoro questa satira! Non ne posso più di politicamente corretto! I partiti come la Lega e il PD sono due facce della stessa medaglia

7 • Felice30 dicembre 2014 alle 23.32

Un pò loffie sto giro raga….. però vi supporto in ogni caso (da quando ho smesso di fumare sento l’esigenza di farmi del male)

9 • Michael Seebach31 dicembre 2014 alle 7.55

Irruzione di animalisti isterici che chiedono la rimozione della battuta sull’ippopotamo tra 3, 2, 1…

la battuta sull’ippopotamo è valida perchè almeno è stato liberato ! FANCULO I CIRCHI ED I CACCIATORI ! FORZA NO-TAV!

11 • mauri071031 dicembre 2014 alle 14.50

@ rispondo a max. Complessivamente fiacche, slegate anche negli argomenti. Qualche eccellenza cmq c’è. Insisto sul nepotismo delle scelte. Un canepanettone, insomma.

13 • Arvydas3 gennaio 2015 alle 0.49

Quelle sulla Lituania sono assolutamente incomprensibili. A meno che uno non si metta a ragionare dalla parte di ignoranti totali.
Primo: le lituane di solito vengono in Italia a fare la modelle, non le badanti;
Secondo: in Lituania ci sono moltissimi musei interessanti ed una vita culturale invidiabile.

15 • Miki4 gennaio 2015 alle 18.10

Io avrei scritto “grande attore,mediocre direttore di camera”. Ma io sn io……………………………..
………………………………………………………………………………………

VISTO COSA E’ SUCCESSO IN FRANCIA?
ALLORA E’ VERO CHE LA SATIRA E’ UNA COSA SERIA ANZI SERISSIMA!