Spinoza

Un blog serissimo.

Dissolvenza in nero [parte seconda]

[qui la prima parte]
[qui la terza parte]

NOTA: Se volete seguire con noi le primarie del Pd, c’è il profilo Spinoza Live su Twitter. Iscrivetevicivisi!

* * *

Berlusconi è decaduto da senatore. Mi sto già annoiando.

Si chiude un pezzo di storia dopo vent’anni ininterrotti: la diretta di Mentana.

(Berlusconi non è più onorevole. Quindi le escort tornano baldracche?)

Per la prima volta in vent’anni Berlusconi è fuori dal Parlamento. Ora sarà chiaro che non era lui il problema.

Il Pd vota la decadenza di Berlusconi da parlamentare. “Chi fa politica non può avere tre televisioni”.

(Ho sempre sognato il giorno in cui Berlusconi cessava di essere senatore. Ma nel mio sogno era senatore a vita)

Per il voto sulla decadenza i banchi dei senatori erano tutti pieni. Sarebbe stata comunque una giornata da ricordare.

Forza Italia ha chiesto fino all’ultimo il voto segreto. “Va bene, bendatelo”.

Le senatrici di Forza Italia indossano il lutto per Berlusconi. Questa volta tocca a lui toccarsi.

Parlamentari di Forza Italia vestite a lutto. Sperano anche nella pensione di reversibilità.

Berlusconi sarà sostituito da un senatore molisano. Così, per infierire.

Un pullman di militanti di Forza Italia costretto a fermarsi a Cinecittà. Per ripassare la parte.

Berlusconi racconta la sua storia davanti a una folla di sostenitori. E gli lascia cantare i ritornelli.

Berlusconi ai suoi: “Diamoci appuntamento l’8 dicembre”. Se no quella là vuol fare l’albero.

A fine comizio la Pascale bacia la mano di Berlusconi. Dimostrando una certa originalità.

(La Pascale bacia la mano di Berlusconi. Era rimasto uno schizzetto)

Stefania Craxi: “Temo la scena delle monetine”. Tranquilla, al massimo qualche cambiale.

Minzolini: “Per Berlusconi non è la fine, ma la rinascita”. O almeno lui avrebbe dato così la notizia.

Gasparri si scaglia contro Renzo Piano. È il nostro 11 settembre.

Giovanardi: “È una delle pagine più brutte della storia di questo paese”. Per questo la voltiamo.

Casini: “Non si può liquidare la storia degli ultimi vent’anni come semplice criminalità”. Era anche organizzata.

Berlusconi ha trascorso il suo primo giorno da comune cittadino italiano. Dovrebbe essere questa la vera pena.

Francesca Pascale si appella al Papa. Anche lui sa cosa significa non pagare le tasse.

La Santanchè: “Tutti i grandi della storia sono andati in galera”. Grande Santanchè!

* * *

Prato, brucia fabbrica cinese. È la loro cassa integrazione.

7 morti nel rogo di una fabbrica cinese a Prato. Un duro colpo al Made in Italy.

Strage in una fabbrica cinese, indignazione dei sindacati. Avevano capito “stage”.

Una delle vittime del rogo di Prato è stata trovata in pigiama. Che figata di lavoro doveva essere!

Napolitano: “Nella fabbrica cinese di Prato violate le leggi italiane sul lavoro”. Quando sarebbe bastato rispettarle per ottenere lo stesso risultato.

* * *

Il V-Day di Beppe Grillo al terzo appuntamento. Quello dove si spera nella trombata.

I grillini si riuniscono nella stessa data della giornata contro l’Aids. Per sottolineare quanto sia importante usare il preservativo.

Sul palco del V-Day esperti di diritto, economia e ambiente. In un unico portavoce.

Beppe Grillo: “Se Pertini fosse vivo, verrebbe in questa piazza”. Arrivò subito anche in Irpinia.

Grillo ai militanti: “Dobbiamo vincere e vinceremo”. E dire che era appena finito un ventennio.

(Grillo evoca Pertini e cita Mussolini. In nome della coerenza)

Sotto al palco c’è anche Dario Fo. No no, vivo.

Dario Fo inizia il suo intervento parlando in grammelot. Poi gli rimettono la dentiera.

Grillo: “Genova ha inventato le banche, i porti, le assicurazioni”. Dopo tanti successi un errore ci sta.

(“Genova ha inventato le banche, i porti, le assicurazioni”. Chissà che dirà al comizio di Isernia)

Anche Casaleggio appare al V-Day di Genova. Almeno secondo quei tre pastorelli.

Grillo: “Anche il Papa è grillino”. Quindi faccia quello che dice lui.

(Immaginate un papa grillino. “Buonasera un cazzo!”)

* * *

Precari napoletani assaltano la sede del Pd. Siamo alla guerra tra poveri.

Il motociclista Doriano Romboni muore durante il Simoncelli Day. Ma rimane il Simoncelli Day.

Terra dei fuochi, chi brucia rifiuti sarà punito dalla legge. Ora la camorra ci penserà due volte.

Fazio non lo invita e Civati si intervista da solo. E pensate a tutte le volte che non lo ha invitato Sasha Grey.

Papa Francesco: “Da giovane ho fatto il buttafuori”. Lavorava sugli aerei.

Vende un testicolo per comprarsi un’auto nuova. Adesso va a palla.

* * *

Autori: pirata21, serena gandhi, mantovanale, edelman, emanuchao, sirboneddu, venividiwc, ubuntu, mestmuttèe, sisivabbe, batduccio, maurizio neri, milingopapa, xanax, goemon ishikawa, ‘lfoda, miguel mosè, starrynight, cityman, stark, serpicone, scorti, francescoburzo, misterdonnie, marctulhu, lowerome, mimoparlante, mario da neapolis, ninjolo, edo e syd.

Commenti

8 dicembre 2013 • 39 commenti

Feed dei commenti a questo post. Sia i commenti che i ping sono chiusi.

39 commenti a “Dissolvenza in nero [parte seconda]”

7 • gaetano8 dicembre 2013 alle 14.42

In un paese normale non dovrebbero esistere quelli che ogni cinque minuti dicono:” ma in un paese normale…”

8 • m'arzo8 dicembre 2013 alle 15.24

Tutte belle (che grandi) con le solite 3/4 che spaccano.. Al buttafuori ho avuto un millesimo di secondo di blocco fisico prima di ridere. Una vera goduria :)

Quella del buttafuori è cattivella! Ma quella che svela il mondo che ci aspetta è quella di Grillo che cita il ventennio. Tanto vera da starci male. Complimenti!

11 • emanuchao8 dicembre 2013 alle 17.09

pubblicato su spinoza…il sogno di una vita (per restare in tema di sogni)..grazie spinoza!!!!

13 • montales8 dicembre 2013 alle 17.21

Grandi applausi per “Va bene, bendatelo”, “11 settembre”, e “senatore molisano”.

20 • Alessio8 dicembre 2013 alle 22.57

E’ notevole notare come non solo chi fa satira, che allora ci sta, non è tenuto alla razionalità e alla realtà dei fatti o al buon senso, la satira è satira e non risponde alla realtà e non si giudica né si fa contraddittorio, ma anche molti altri che commentano dicono evidentemente in maniera seria certe cose, quindi o sono così terribilmente disinformati o in malafede, perché ce ne vuole per pensare a Grillo (che è un comico e uomo di spettacolo, trascina-folle ecc. ricordiamolo a chi se lo fosse dimenticato) come un nuovo dittatore solo perché dice e si augura che il “suo” M5S prenda sempre più consensi tra i cittadini liberi e in base al suo programma e idee, che sono agli antipodi di quelle di qualsiasi dittatore, che non mi risulta abbia mai spinto per referendum per far decidere alla gente su qualsiasi tema di interesse per i cittadini stessi appunto, o per la massima trasparenza in qualsiasi istituzione, o per elezioni libere ogni volta che non ci sia più una maggioranza reale e solida e credibile per guidare un governo ecc.ecc.ecc.ecc. Ma ripeto, è la differenza tra chi oltre a conoscerlo da una vita (anche se non personalmente ma non conta nulla quello ovviamente) come comico e artista, segue per bene e legge e ascolta tutto quello che scrive e dice da quando è in “politica” (non candidato lui, né candidabile, come ricorda sempre, proprio in base anche solo alle regole che si è dato il M5S, cioè nessun condannato per qualsiasi motivo sia, preferibilmente età media bassa ecc.ecc.) direttamente da lui e non da fonti terze che riportano e manipolano le cose, eppure basterebbe appunto sentire direttamente i suoi comizi (interi magari, non frasi a pezzetti ad hoc ecc.), leggere i suoi post quotidiani sul blog e anche tutti quelli dei vari esperti o giornalisti o semplici cittadini che ospita spesso e via dicendo, per capire che se non ci fosse stato il M5S forse saremmo davvero in dittatura da tempo (cioè, più di quella che c’è già diciamo), e ovviamente di sicuro Berlusconi sarebbe ancora al suo posto salvato dagli amici di sempre, del Pdmenoelle in testa.
Arrivederci, al solito, questo è quanto.

21 • Alessio8 dicembre 2013 alle 23.03

Oggi “dobbiamo vincere e vinceremo” è davvero una cosa scontata, significa che per qualsiasi cittadino onesto e fuori dai soliti giochi o giochetti di potere in grande o in piccolo che sia, o cambia davvero l’andazzo generale o quella gente là lo ucciderà letteralmente come sta già facendo con molti, quindi è come dire “o ci/vi date un tale consenso da essere voi stessi in pratica ad andare al governo e poter imporre il nostro/vostro programma o non ci sarà via di scampo”. Questo ovviamente non vale per chi “galleggia” in realtà benissimo pure di questi tempi e sempre lo farà nel nostro paese, probabilmente è proprio la gente che fa certi commenti, i qualunquisti classici, ignoranti vari, gente che si informa ancora solo alla tv o sui giornali detenuti da tutti gli altri partiti e quindi pensa che non solo non ha problemi ora ma nemmeno li avrà mai perché in realtà stiamo benissimo, l’economia è florida, tutti hanno lavoro, i ristoranti sono pieni ecc.

24 • bernoccolo9 dicembre 2013 alle 13.09

Non accanitevi contro il povero Alessio: l’hanno venduto per pagarsi l’auto nuova.

32 • Vanni13 dicembre 2013 alle 14.42

Visto che c’ è la battuta sul Simoncelli Day ne approfitto anche io.

Non voglio essere offensivo,ma si è creata una situazione tragicomica,in pratica:
“è morto un pilota alla commemorazione di un pilota morto”.

Scusate ma sembra una barzelletta.

Il giorno successivo moriva anche Paul Walker in un incidente stradale,penserete,cosa centra?
Non era una gara e non era su una moto.

Però si stava recando ad un evento di beneficienza(simile alla commemorazione di Simoncelli).

Adesso qualcuno fonderà una Onlus per raccogliere fondi in favore delle vittime della beneficienza.

34 • Marco19 dicembre 2013 alle 16.29

Il sito mi è stato consigliato da una amico ed è stata una vera rivelazione !!! Giganteschi !
Noto con piacere che anche qui basta toccare Grillo e si scatena il grillino palloso che ci insegna che va letto il blog , che dobbiamo informarci di più….
Che palle !
Ma è possibile che un comico sia riuscito ad attrarre solo persone prove del senso dell’uomorismo ?
Guardate che è una pena del contrappasso terribile se ci pensate !

35 • Marco19 dicembre 2013 alle 16.30

Il sito mi è stato consigliato da una amico ed è stata una vera rivelazione !!! Giganteschi !
Noto con piacere che anche qui basta toccare Grillo e si scatena il grillino palloso che ci insegna che va letto il blog , che dobbiamo informarci di più….
Che palle !
Ma è possibile che un comico sia riuscito ad attrarre solo persone totalmente prive del senso dell’uomorismo ?
Guardate che è una pena del contrappasso terribile se ci pensate !

36 • halfluke24 dicembre 2013 alle 22.50

argh, scusate ma qualcuno mi spiega quella su papa francesco buttafuori sugli aerei? Vedo che piace a molti ma a me manca evidentemente qualche pezzo per capirla. Grazie!

38 • thomaspsyy30 dicembre 2013 alle 16.04

A proposito di Grillo, mi dà da pensare che venga dalla stessa città del gabibbo, che ha iniziato lo stile ‘lamentiamoci delle ingiustizie sperando che qualcuno mi risolva le magagne preso dalla gogna televisiva’