Spinoza

Un blog serissimo.

Come se niente Fosse [parte seconda]

Si rovescia un altro barcone nel Canale di Sicilia. Quella curva va segnalata meglio.

Barca con 250 migranti si ribalta al largo di Lampedusa. Ok, però che altro sapete fare?

Il Papa regala schede telefoniche ai migranti. “E fatevi vivi!”

Letta a Lampedusa. Adesso i disperati arrivano pure dal Nord.

Il ministro Kyenge: “Fatto poco sull’immigrazione? Dipende dai punti di vista”. Ad esempio prendete quello dei pesci.

Alfano: “Lampedusa non può entrare nelle cronache solo per le tragedie dei migranti”. Ci attiveremo subito per un terremoto.

L’Italia ricorda la tragedia del Vajont. Ogni volta che piove per più di due ore.

Piero Grasso a Longarone: “Da oggi le vittime sono cittadini italiani”.

La salma di Priebke bloccata all’aeroporto di Pratica di Mare. Intanto lo stanno rimontando pezzo per pezzo.

Salvataggio Alitalia, sul tavolo del governo l’offerta di Poste Italiane. “Caro presidente Ciampi…”

Poste Italiane entra in Alitalia. A partire dal terzo giorno sarà possibile tracciare i parenti.

(Già si vede la mano di Poste Italiane in Alitalia. Stamattina a Fiumicino era impossibile trovare una penna)

Servizi sociali, molte associazioni umanitarie si contendono Berlusconi. Perché non ne diamo un pezzo a ognuna?

(A mio nonno l’ho già detto: “Quando è di turno Silvio, cagati addosso”)

Varata la nuova legge contro il femminicidio. Ora chi uccide una donna rischia il carcere.

Inasprite le pene per la violenza sulle donne. Ma tranquilli, potete continuare a sfogarvi con i froci.

Nel decreto viene introdotta la querela irrevocabile. Non ci sarà più bisogno di ignorarne 8.

La donna che sporgerà denuncia non potrà ritirarla. O le prende.

I crimini contro le donne saranno più gravi “se perpetrati con metodi accessibili ai soli uomini”. Tipo menarle col cazzo.

Giovanardi: “Alfano è il nostro Bergoglio”. Fa parte di un progetto più grande di lui.

(Giovanardi paragona Alfano a Bergoglio. Anche lui copre chi scopa minorenni)

Prandelli: “La nazionale è pronta ad andare a Lampedusa”. Balotelli: “Dai che gli rompiamo il culo”.

L’Ocse: “Un italiano su tre è ignorante e non sa far di conto”. Ok, ma gli altri quattro?

Secondo l’Ocse un italiano su tre è ignorante. È quello che dà ordini ai due con la laurea.

Nuova grafica per il sito di Repubblica. Le tette si spostano a sinistra.

Repubblica.it cambia veste grafica. O così dicono quelli che sono riusciti a chiudere tutti i banner.

Iran, impiccagione da ripetere. Il boia: “Dovete stare tutti fuori area”.

Condannato a morte sopravvive all’impiccagione. Non aveva studiato bene la parte.

Secondo Michelle Bonev, Francesca Pascale sarebbe lesbica. Se Marina si candidasse.

Il Papa ricorda le tre parole che fanno funzionare la famiglia. “State zitti porcoddio!”

San Vittore, sei detenuti in otto metri quadri. Le saponette sono irrecuperabili.

A San Vittore in uno spazio di otto metri quadri ci sono sei detenuti. Sette se contiamo l’impiccato.

Gay, pronto l’armadio per il coming out. Ma non entrate più di tre alla volta.

Approntato a Genova un armadio per fare coming out. È nella navata destra.

Muore il re delle caramelle. In lacrime milioni di sconosciuti.

Ibrahimovic si è rifatto il naso. “A noi due, fuorigioco!”

[qui la prima parte]
[qui la terza parte]

* * *

Autori: fawollo, edelman, barabba superstar, jackbass68, serena gandhi, misterdonnie, dan11, pirata21, stark, progettosbagliato, venividiwc, amotalbrezza, theaubergine, ‘lfoda, ciaponnusucari, xanax, superivan, milingopapa, pol1000, il mago di floz, giga, novevonbismarck, filipio, roberto manunta, mercà, mestmuttèe, heavymetalrules, masss e andre21.

Commenti

17 ottobre 2013 • 85 commenti

Feed dei commenti a questo post. Sia i commenti che i ping sono chiusi.

85 commenti a “Come se niente Fosse [parte seconda]”

5 • bergoglio17 ottobre 2013 alle 18.11

Il Papa ricorda le tre parole che fanno funzionare la famiglia. “State zitti porcoddio!”

Se no a letto senza cena “porcamadonna”

8 • montales17 ottobre 2013 alle 18.14

Belle, alcune bellissime (milingo, mercà. misterdonnie, venividiwc, ciapponosuccari). Però due sono girate già molto, non è da Spinoza pubblicarle lo stesso!

9 • Bighico17 ottobre 2013 alle 18.16

Sinceramente quella della bestemmia non mi piace proprio…
La reputo una caduta di stile nei confronti di chi crede, si sarebbe potuto usare qualche altra parola, meno ledente che comunque avrebbe fatto sorridere.

10 • Danilo Sanna17 ottobre 2013 alle 18.16

“Un italiano su tre è ignorante. È quello che da ordini ai due con la laurea”…fenomenale e tristemente vera.

11 • Guido17 ottobre 2013 alle 18.22

Ragazzi di Spinoza, la bestemmia proprio non vi si addice. Alcune battute son tornate ad essere graffianti. Ma la bestemmia, oltre ad essere profondamente offensiva per chi crede, è anche sintomo di un livello proprio basso. Vuol dire che proprio non si riesce a far sorridere altrimenti. Al di là di ogni velleità di censura, toglietela dalla pagina, ne guadagnerà. Tutta.

i miei complimenti al nonno di ciaponnusucari.
Ma le 3 parole del Papa sono un capolavoro di stupidità e immediatezza. Folgorante e bellissima!

17 • Sigmund17 ottobre 2013 alle 18.37

A me la bestemmia in se non da fastidio, ricordo ancora la mitica battuta sui nipoti di Monti, era superba; ma proprio perché sulla falsa riga di quella e dopo aver letto tutte le altre battute relative alle tre parole la trovo superflua e poco ispirata. Ed è in questo caso che l’uso della bestemmia mi infastidisce, sembra messa li solo per far vedere quanto siamo alternativi più che per far ridere. Opinione personale, non ho pretese di insegnar niente a nessuno, siamo a casa vostra e fate quel cazzo che volete.

30 • lucantani17 ottobre 2013 alle 20.53

Lo Stato italiano non sa dove seppellire Priebke. Non pare avere lo stesso problema con gli africani.

31 • alessio burgio17 ottobre 2013 alle 20.54

ma che vi succede, negli ultimi 4/5 post le battute belle si contano sulle dita di una mano! e quella bestemmia e’ davvero di cattivo gusto, seppur io non sia credente. Non bisogna scadere cosi’ nel volgare per avere successo! potete fare di meglio forza

34 • Gaglia17 ottobre 2013 alle 21.22

Oddio, ti pareva, tutti a inveire contro la bestemmia… Toccato il nervo del condizionamento religioso infantile? Ma svegliatevi un po’, siamo nell’anno 2013 CE (Common Era).

36 • barabba17 ottobre 2013 alle 21.31

Di Billy Hicks (me pare): ve dispiace per la bestemmia perché, disgrazia vostra, siete cristiani? Evabbè, allora perdonateci. Easy, no?

37 • gianluca17 ottobre 2013 alle 21.34

Che palle con questa storia della bestemmia, se non vi piace non entrate nel sito, qua tutto e permesso…

“state zitti porca puttana” No! Non va bene offende le lavoratrici del sesso ed è sessista.
“State zitti deficienti” no, offende i disabili mentali
“State zitti cazzo” no è sessuofobica
“state zitti minchia” idem come sopra e pure anti sicula.
“state zitti diavolo” offende gli adoratori di satane e se, come ha detto BXVI esiste veramente, è pure pericolosa

“stae zitti xxxxxx” no, offende yyyyyyy

39 • alcafar17 ottobre 2013 alle 22.16

Ciaponnusucari/nonno, pirata21/OCSE, andre21/Ibrahimovic. :D
Quoto montales su alcune battute non originalissime. Le saponette dei carcerati e il doppio senso ricordare = commemorare e somigliare, non sarebbe il caso di inserirle tra i tormentoni? Comparire in un post sarebbe per loro una fine gloriosa.

Post spettacolare!

Se a qualcuno da fastidio qualcosa di quello che c’è scritto, non ha ancora capito il senso di Spinoza…

43 • goemon17 ottobre 2013 alle 23.15

Anche questa seconda parte è notevole. :D

Eddai su, la bestemmia rende anche in questo caso (come nella famosa battuta di giggi su Monti), poche pippe e pochi catto-moralismi del cazzo

a me siete simpatici, ma la bestemmia sa di bimbominkia come Crimi che ne ha bisogno per far ridere. E voi non ne avete bisogno.

45 • GIANLU'6318 ottobre 2013 alle 0.19

la battuta con la bestemmia la possono capire solo i toscani,
piaciute molto quelle di Starck, di Mass e del nonno di ciaponnusucari

46 • Iphi18 ottobre 2013 alle 0.26

Che la battuta con la bestemmia la possono capire solo i toscani lo possono sostenere solo i toscani.

48 • LoZar18 ottobre 2013 alle 8.44

Non ci posso credere… anche qui gente che si indigna per una bestemmia… Come diceva il buon Luttazzi, “sei cattolico? Allora perdonami”.

49 • Donna Felicità18 ottobre 2013 alle 9.08

Anch’io quoto montales. Alcune sono bellissime, delle perle, altre un po’ scontate. Anche gli argomenti li trovo un po’ così.

Preferisco la prima parte. Ciao.

51 • Snick8518 ottobre 2013 alle 10.02

Dopo una prima parte da urlo, questa in leggere discesa (ma si sà, il sequel non è mai ai livelli dell’originale!) ;)
In ogni caso bel post, “menarle col cazzo” capolavoro vero!
Per quelli che si indignano per le bestemmie perché credono: vi ricordo che 9mil di italiani credono in Berlusconi…e, purtroppo, lui esiste davvero!

Ma voi siete matti… son dovuto scappare in bagno per non schiattare in ufficio… d’ora in poi ogni volta che sarò triste ripenserò alle tre parole che fanno funzionare la famiglia :-D

54 • Rospuz18 ottobre 2013 alle 11.10

….perchè ????
..cosa c’è di spiritoso nelle tre parole ????

io a casa le dico sempre………. :-)

55 • Brago18 ottobre 2013 alle 11.20

Io non sono credente ma ritengo lo stesso la bestemmia di cattivo gusto.
P.S. se non volete che qualcuno critichi le battute togliete la sezione dei commenti!

56 • Alessandro18 ottobre 2013 alle 11.59

Sono al lavoro!Siete dei bastardi, non posso piú smettere di ridere sotto i baffi…non ce la faccio…

Se voi immaginate una tavola con due o piu’ bambini urlanti, mentre si sta cercando di cenare,
le “tre parole” cascano perfette. E’ solo una scena comica, nessuno credo volesse offendere. (Probabilmente la prossima volta che mia figlia mi fara’ uscire dai gangeri, invece di dire il mio “porcatroia” tradizionale, mi mettero’ a ridere ripensando alla battuta di Spinoza!)

Oddio chi mi spiega quella di venividiwc su Ciampi,che e’ troppo saputo per il mio livello culturale? Cioe’ in cambio via napolitano?

60 • alberto18 ottobre 2013 alle 17.24

Se su Spinoza è tutto permesso, comprese le bestemmie, devono essere permesse anche le critiche. Poi ognuno ha il suo stile: io non insulto mai né Dio ne Allah né Confucio nè Odifreddi…

ma solo io mi sono piegato in due sulla prima e la seconda?
ottimo anche Balotelli e ovviamente le tre parole del Papa!

63 • Fittipalioz19 ottobre 2013 alle 7.53

Gianlu63. Anche i friulani. E comunque era ilare la battuta e temo che sentirsi offesi in genere denota se non altro poca apertura mentale. E cosa cazzo centra farsi anni di Angola come un prete x poter porconare lo sa solo Massimiliano dei comm fb. Io mi potrei offendere se sento parlar di Silvio quale vittima, ma evito i posti dove lo fanno. Non si va in campagna se si è allergici al polline…

La perorazione veemente alla divinità (bestemmia) se non contestualizzata in maniera lieve e sottotraccia,come nel caso dei nipotini di monti,reca grave nocumento al carattere goliardico mitteleuropeo dell’intero sito, trasformandone il raffinato understatement in postribolo vitaliano (nel senso di Alvaro vitali che invero nemmeno lui bestemmiava). Non ravvisandosi una consolidata tradizione,della stimabile redazione Spinoziana*, nell’ars maledicendi (come nel caso de “Il vernacoliere”, detta bestemmia viene percepita dal colto e sensibile pubblico come una grave caduta di stile.
Distinti saluti con rutto.

*(sempre i quattro mortaccioni di prima)

66 • Vivianoide21 ottobre 2013 alle 12.46

“Secondo l’Ocse un italiano su tre è ignorante. È quello che dà ordini ai due con la laurea”: rispecchia esattamente la mia situazione lavorativa!

67 • marcopac21 ottobre 2013 alle 15.38

@barabba & LoZar: Incredibile! Luttazzi ha copiato ancora Bill Hicks! Dovrò ascoltare di nuovo una supercazzola sui riferimenti attanziali del joke!

68 • keppazzema22 ottobre 2013 alle 15.04

Secondo l’Ocse un italiano su tre è ignorante e non sa far di conto …. e bestemmia

70 • Astusin25 ottobre 2013 alle 9.00

Adesso tutti contro la bestemmia,ma che razza di bigotti siete che il state zitti porcoddio e la frase più ripetuta nelle famiglie italiane???????

71 • Arvydas25 ottobre 2013 alle 15.53

SE ridete per quelle con parolacce o bestemmie siete proprio messi male. Peccato perche’ rovinano l’insieme.

74 • Roberto30 ottobre 2013 alle 18.27

Belle tutte tranne quella della bestemmia.
Solo un minorato mentale che non ha capito cos’è Spinoza può averla scritta. Mercà, dài, dillo che sei il Trota sotto falso nome.

75 • Roberto30 ottobre 2013 alle 19.38

@ Austins “Adesso tutti contro la bestemmia,ma che razza di bigotti siete che il state zitti porcoddio e la frase più ripetuta nelle famiglie italiane???????”

forse a casa tua. A casa mia no di certo. E son pure toscano.

77 • mercà31 ottobre 2013 alle 0.48

ora, visto che ti ho svelato la mia identità e l’essermi preso di minorato mentale, e visto che sono quasi… boh 4 anni? che scrivo su Spinoza, e visto che i mod hanno deciso di pubblicare questa battuta da minorato mentale che non conosce spinoza, da toscano a toscano, ti chiedo:

te chi cazzo sei invece?

78 • Roberto31 ottobre 2013 alle 11.53

Non ti sarai mica offeso, no? non sarai mica un bacchettone? Dopo tutto qua si può scrivere tutto di tutti senza remore, no?

Non ti preoccupare che qualche battutina l’hanno pubblicata anche a me, anche sui libri di Spinoza. Anche se non ci passo le giornate.

79 • mercà31 ottobre 2013 alle 12.32

Ma già il get a life :(

E io che mi aspettavo chissà quale dotta esposizione, critica, analisi della mia battuta affinché tu potessi illuminare le mie povere sinapsi da minorato-leghista come un faro nella notte.

E invece tutto si riduce a un: “la battuta fa cagare/sei il Trota/pure a me hanno pubblicato qualche battuta/io, a differenza tua, non passo le giornate su Spinoza”

Veramente?
Sarebbe questa la critica?

(Ammesso che tu avessi voluto fare una critica e non semplicemente cagare il cazzo perché è stato offeso il tuo Dio, chiaramente.)

80 • Roberto31 ottobre 2013 alle 13.48

Se questo è quel che ci hai visto, mi sa che ti devi rileggere i miei commenti. Ti sei soffermato solo su quel che hai voluto vedere.

Ti do qualche indizio: l’offesa è stata volutamente gratuita. Perché?

84 • mercà31 ottobre 2013 alle 19.05

Ma che è la caccia al tesoro? Anche gli indizi, figo.

Provo con l’analisi logica.

“Belle tutte tranne quella della bestemmia.” Opinione rispettabilissima.
“Solo un minorato mentale che non ha capito cos’è Spinoza può averla scritta.” Offesa + Tu che l’hai scritta non hai capito cos’è Spinoza (sott. Io sì)
“Mercà, dài, dillo che sei il Trota sotto falso nome.” Offesa2.

-

“Non ti sarai mica offeso, no?” Pff.
“non sarai mica un bacchettone?” Pff2.
“Dopo tutto qua si può scrivere tutto di tutti senza remore, no?” Mmmh non esattamente.

“Non ti preoccupare che qualche battutina l’hanno pubblicata anche a me, anche sui libri di Spinoza.” Quindi?
“Anche se non ci passo le giornate.” Get a life.

Cos’è che mi sfugge?

Provo una mia interpretazione.
Hai buttato lì quell’offesa perché hai pensato: “siccome quella battuta del cazzo contiene una bestemmia gratuita, allora io, altrettanto gratuitamente, offendo l’autore”

(Dimostrando di non aver capito perché abbia messo quel porcone nella battuta, come d’altronde tutti i White Knights del Cattolicesimo qui sopra.)

85 • sciolloccau22 novembre 2013 alle 12.24

1. la satira come genere letterario spesso come tecnica utilizza il crasso, volgare, cattivo gusto, ecc. (vedasi Rabelais tanto per fare un nome), direi quasi per definizione
2. porcoddio dal punto di vista linguistico è un intercalare diffuso nella lingua italiana (così come diobon, cristo!, amen per indicare la fine del discorso, e tante altre espressioni simili), cattolici e cristiani fatevene una ragione. È completamente avulso dal significato religioso (la frase incriminata maledice Dio tanto quanto porcozio maledice gli zii, cioè per niente). Personalmente, mi spingerei al punto da sostenere che non sia assolutamente una violazione del secondo comandamento (spero di non sbagliare numero), proprio perché non è il nome di Dio che viene fatto. Dal punto di vista dei significati, l’espressione incriminata non differisce da accidenti, perbacco, maledizione, cazzo, porca miseria, ecc. Da quello stilistico invece sì. Cattivo gusto, crasso, gratuito? Certo, ma vedasi il punto 1. Poi per carità, liberissimi di farvi avanti con le vostre opinioni, ma in un sito di satira non aspettatevi troppa solidarietà.