Spinoza

Un blog serissimo.

La coalizione dei campioni [parte prima]

È nato il governo Letta. Tutto suo zio.

Nel nuovo governo ci sono sette ministri senza portafoglio. Già non si fidano tra di loro.

(Un terzo dei ministri è senza portafoglio. Per rappresentare al meglio un terzo degli elettori)

L’età media del nuovo governo è di 53 anni. In linea con le attuali aspettative di vita.

I ministri in aula per il giuramento. Berlusconi: “Ma non ce n’era bisogno, mi fido”.

Letta: “La seconda Repubblica è finita”. Ma ora riparte in loop.

Per la prima volta c’è anche un ministro nero. Sappiamo già a chi daranno la colpa.

italian Django

Cécile Kyenge sarà una figura di riferimento per tutti gli immigrati. “Se sei più chiaro di così puoi entrare”.

La Lega: “La Kyenge non è italiana”. Invidiosi, eh?

(Monti avrebbe voluto nel governo la bionda Annalisa Minetti. Beffardo averle preferito una nera oculista)

Alfano avrà la responsabilità degli Interni. Come tutti i maggiordomi.

(Tutti a lamentarsi di Alfano agli Interni. Ma avete capito chi è Quagliariello?)

Alfano sarà anche vicepremier. Non possiamo neppure augurare male a Letta.

Beatrice Lorenzin alla Salute. Come brindisi non mi sembra granché.

(Sei stato tagliato fuori dal numero chiuso a Medicina? Riprova come ministro della Sanità)

Lupi ai Trasporti. Evitate il bosco.

Nel nuovo governo anche un’esperta di robotica. È l’urologa di Berlusconi.

La Carrozza al Ministero dell’Istruzione. Ai neutrini occorreva un mezzo di trasporto.

Mara Carfagna si mostra sorpresa per l’esclusione. È una vita che preparava l’espressione per questo momento.

Imbarazzo a Palazzo Chigi al tradizionale passaggio della campanella. Lupi pensava che servisse a chiamare la Kyenge.

Letta: “Questo governo non vivrà a tutti i costi”. Ora sì che riconosco il Pd.

Bersani: “Vedo freschezza e solidità”. Guarda che si chiama iceberg.

Luca Zaia sulla ragazza stuprata da un africano: “Il ministro Kyenge vada a farle visita”. E al prossimo reato commesso da un demente, mandateci Zaia.

Si chiudono le celebrazioni del Primo maggio. La festa ha avuto così tanto successo che anche oggi moltissime persone non andranno a lavorare.

La festa del lavoro fa saltare la messa in onda di “Chi l’ha visto?”. Tanto sono la stessa cosa.

Sul palco del concertone parecchi lavoratori italiani in difficoltà. Alcuni li hanno fatti anche cantare.

(Dicono che in piazza San Giovanni ci fosse meno gente rispetto agli anni scorsi. Non è vero, è che continuiamo a dimagrire)

Durante il concerto si sono levati cori contro Berlusconi. Era il momento nostalgia.

A Torino lanciate uova contro Fassino. Crudele sbattergli in faccia la perfezione della natura.

Il senatore Mastrangeli espulso dal Movimento 5 Stelle. Ora tocca a quelli che hanno votato “no”.

Mastrangeli è stato espulso per le frequenti ospitate dalla D’Urso. Difficile in questo caso parlare di testa che salta.

Luigi Preiti parla dopo l’attentato: “Volevo colpire lo Stato”. Per questo se ne è dovuto andare dalla Calabria.

Preiti confessa: “Mi stavo preparando da venti giorni”. Chi cazzo se l’era mai messa, la cravatta?

Giornalista intervista il figlio undicenne di Preiti. Stavolta l’intervista la fa il vampiro.

A Padova vergognose scritte inneggiano allo squilibrato: “Angelino siamo con te”.

A Montecitorio estesa la zona rossa. Ma sta arrivando Bersani.

[continua qui]

* * *

Autori: george clone, superpollo, pirata21, frandiben, xanax, dan11, naima84, zip, montales, miguel mosè, renudo, marbo, andre21, barthosky, rostokkio, è un mondo difficile, fdecollibus, konti, godel, elli_alex, gianlgab, santopazienza, sisivabbe, heliandros, masss, giggi, venividiwc, marissa, avvocato brosisky e frank gallagher.

Illustrazione di misterdonnie e stark.

Commenti

2 maggio 2013 • 31 commenti

Feed dei commenti a questo post. Sia i commenti che i ping sono chiusi.

31 commenti a “La coalizione dei campioni [parte prima]”

4 • Gigio Poppins2 maggio 2013 alle 14.22

mi aspettavo qualcosa di più sulla lorenzin .. ma probabilmente la battuta era implicita. giggi scatenato, il solito renudo 4 re e l’avvocato. troppograndi.

5 • antoniov2 maggio 2013 alle 14.23

A dire il vero poco convincenti… soprattutto quelle sul nuovo governo. Comunque vi amo lo stesso. Sempre grandi i titoli.

Mara Carfagna si mostra sorpresa per l’esclusione. È una vita che preparava l’espressione per questo momento.

G E N I A L E

13 • giulia puccio2 maggio 2013 alle 16.03

Grandiosi come sempre ma alcune sono assolutamente geniali: Lupi ai traporti, Lorenzin alla salute, l’esperto di robotica e quelle su Preiti e Kyenge

14 • goemon2 maggio 2013 alle 16.50

Mi perdoneranno gli altri, ma stavolta quella di Zip vale da sola l’intero post :D :D :D
Un capolavoro!

17 • Andrea2 maggio 2013 alle 19.36

Luca Zaia sulla ragazza stuprata da un africano: “Il ministro Kyenge vada a farle visita”. E al prossimo reato commesso da un demente, mandateci Zaia.

Profonda!

18 • montales2 maggio 2013 alle 19.48

Non posso che votare per la Campanella di Lupi. per vari motivi tra cui una profezia. Comunicazione di servizio: è di “é un mondo difficile, vero?”

19 • zip2 maggio 2013 alle 20.57

Grazie a tutti. Soprattutto a Giulysua che mi ha dato l’ispirazione per quella sull’espressione della Carfagna.

20 • goemon2 maggio 2013 alle 22.01

Zip, adesso però questa cosa dell’ispirazione ce la dovete spiegare meglio tu e Giulysua… detta così si fa interessante :D :D

21 • è un mondo difficile2 maggio 2013 alle 22.51

:-O la mia prima pubblicazione… orgoglioso di stare in questo post spettacolare e con una così bella compagnia :-) grazie a Montales, Mercà, Rostokkio e a tutti quelli che hanno apprezzato l’acume di Lupi (voglio dire, non ho inventato nulla).

26 • Riccardo3 maggio 2013 alle 0.54

Tutto suo zio (george clone), terzo degli elettori (superpollo), urologa di Berlusconi (fdecollibus), espressione della Carfagna (zip), colpire lo stato (venividiwc).

27 • Frank Gallagher3 maggio 2013 alle 12.04

ehi, l’ultima (anche come gradimento) “c’est a moi!”. Non verrò più su Spinoza, e così i miei figli, e i figli dei miei figli. Per due ore. ;)

PS: se è un minimo problema (vale a dire se è un lavoro di due click) lasciate pure così

28 • Josef6 maggio 2013 alle 19.30

Sulla 10: Monti voleva la Minetti come candidata per la sua lista a gennaio, non per il governo. Non è che svilisca o squalifichi la battuta, però mettete dei paletti; altrimenti in futuro, se qualcuno citerà fatti di cronaca vecchi non potrete contestarne la validità

30 • rupa12 maggio 2013 alle 11.12

è assurdo che un docente universitario (Leonardo Terzo · Professor of Cultural Studies University of Pavia) disquisisca su “nigger”, “negro”, “di colore” senza mettere in dubbio il vero termine dispregiativo, che è invece “razza”. Negli anni cinquanta del secolo scorso gli scienziati (sia antropologi che genetisti umani) hanno ampiamente dimostrato che il termine “razza” non ha nessuna validità scientifica e non esprime alcuna realtà oggettiva, altro che neutro… Il “razzista” non è colui che usa la parola “negro”, ma più semplicemente colui che usa la parola “razza”.

31 • Pippo31 maggio 2013 alle 20.33

A me pare che il Sig. Terzo abbia solamente fatto un uso improprio della parola ‘razza’ (‘etnia’ poteva andar meglio), ma il suo discorso, per il resto, sembrava molto ragionevole!